29 Views

RO1_8836E’ un resoconto altamente soddisfacente, quello analizzato da Corinne Federighi a conclusione del Rally di San Marino, appuntamento valido per il Campionato Italiano Rally. La ventunenne pilota di Massa, neo portacolori della scuderia Island Motorsport, si è congedata dai fondi sterrati del “Titano” centrando quello che era l’obiettivo dichiarato: salire al comando della classifica “femminile” e dare nuova linfa alle prerogative di inizio stagione, ovvero cucirsi ancora sulla tuta il titolo nazionale.

 Per Corinne Federighi e la copilota Jasmine Manfredi l’appuntamento sammarinese è coinciso con l’esordio sotto il paddock del team SMD Racing, struttura che proprio dalle due manche di questo fine settimana ha assecondato gli ambiziosi presupposti della campionessa toscana. Un confronto che ha confermato le qualità della driver apuana, al centro di una condotta volta alla conoscenza delle nuove varianti proposte dalla squadra ed alla concretizzazione di un risultato maturato nelle prime fasi di gara ed ufficializzato sulla pedana d’arrivo di entrambe le tappe.

 In entrambe le gare in programma, quelle di sabato e domenica, Corinne Federighi ha centrato il successo nel confronto con la diretta avversaria, cogliendo spunti importanti in ottica assoluta nella sessione finale. Un doppio risultato che le ha permesso di raggiungere il primato nella classifica di categoria, quella riservata alle “ladies” del Campionato Italiano.

 “Sono estremamente soddisfatta, sia del lavoro del team che del risultato – ha commentato, entusiasta, Corinne Federighi al termine della gara – finalmente, dopo una prima parte di stagione che ci ha penalizzato oltremisura, abbiamo raccolto quanto sperato. Ringrazio tutta la squadra, con cui fin da questa prima esperienza mi sono trovata perfettamente a mio agio. I loro consigli sono stati preziosi, decisivi nella seconda gara dove mi sono espressa al meglio e dove ho lasciato da parte quei timori che mi avevano frenato in Gara 1”.

gilardoniSan Marino molto soddisfacente anche per il pilota italo svizzero Kevin Gilardoni. In gara insieme a Corrado Bonato sulla Renault Clio R3C dell’alessandrina Gima Autosport, il pilota della Movisport ha affrontato con riverenza le strade bianche dell’entroterra eugubino e sammarinese trovando sempre più feeling con la vettura e con i fondi scivolosi.

Al termine delle prove speciali, “KG” ha ottenuto il podio di classe R3C risultando quarto tra le 2Ruote Motrici e 2° tra gli Under del 2 Ruote Motrici.

Sono risultati che danno soddisfazione – afferma Gilardoni dopo il suo secondo rally sterrato della vita-  E’ stato come ripartire da zero visto il fondo differente rispetto all’Adriatico e che addirittura cambiava tra le speciali di sabato e quelle di domenica. Abbiamo avuto un buon approccio alla corsa sicuramente migliore rispetto alla gara precedente e il gap con chi vantava più esperienza di noi era decisamente ridotto; questo grazie anche alla squadra che ci ha supportato e sospinto. Abbiamo la consapevolezza di aver ottenuto un terzo posto importante che dà morale e che ci aiuta nella classifica del Due Ruote Motrici. Correre su terra è importante perché va ad affinare le qualità di guida dei piloti; spero di poter capitalizzare al meglio questa esperienza già a partire dal prossimo Rally del Friuli di fine agosto.”

Ora Gilardoni è atteso da una breve pausa prima di tornare sulla Renault Clio R3 turbo nelle restanti gare asfaltate del Cir.

Il bilancio del primo semestre si stagione è positivo. Vedremo se organizzare un test in vista delle prossime gare asfaltate oppure no. Intanto è bene godersi un po’ di riposo per poi ripartire alla grande!”

MarinoTrasferta amara, invece, per l’A-Style Team: Federico Della Casa e Domenico Pozzi, in gara con una Ford Fiesta Regional Rally Car, si sono dovuti ritirare a seguito di un’uscita di strada avvenuta nel corso della terza prova speciale, la Sestino/2 di oltre tredici chilometri.

L’equipaggio già vincitore della classifica del Trofeo Rally terra al recente Rally Adriatico era partito come al solito forte cogliendo due vittorie assolute (di TRT) di speciale in entrambi gli stage disputati: la seconda prova vinta sul campo mentre la prima grazie ad un tempo imposto a seguito della sospensione della stessa per il ritiro di un concorrente.

Sulla ripetizione della Sestino, Della Casa è arrivato troppo veloce in una curva andando a sbattere l’anteriore e danneggiando in modo importante la meccanica della Fiesta.

Un vero peccato perché il giovane mendrisiotto poteva già vantare sei secondi di vantaggio su Dalmazzini, primo dei rivali e la sesta posizione assoluta.

Pollara Princiotto Rally San MarinoPer chiudere due parole sul Rally San Marino categoria Junior: Marco Pollara e Giuseppe Princiotto su Peugeot 208 R2B gommata Michelin e preparata dal Team Munaretto, portacolori della Scuderia messinese CST Sport, culminano con uno straordinario secondo posto tra le vetture riservate al Campionato Italiano Rally Junior 2016 il 44° Rally di San Marino, quinto round del Campionato Italiano Rally Junior e seconda gara su terra della serie ACI Sport. Il 19enne driver palermitano di Prizzi ed il copilota due volte Campione Italiano tornano sulla terra, fondo sul quale il giovanissimo pilota corre per la terza volta in carriera dopo l’esordio al Liburna e l’ottima prestazione, conclusa la terzo posto i gara 1, al Rally Adriatico dello scorso maggio e lo fanno nel migliore dei modi. I due siciliani in un costante crescendo nel week end, hanno battagliato con i diretti avversari del Campionato ovvero Testa -Mangiarotti, vincendo anche la prova Speciale di “Selvanera” 2 ed arrivando praticamente a ridosso dei vincitori di prova con distacchi minimi. Per loro la soddisfazione di sfiorare la top ten con un quattordicesimo assoluto che fa ancor meglio sperare per il prosieguo dell’impegno nel tricolore.

“Un secondo posto che vale un pò come una vittoria – hanno dichiarato i portacolori CST Sport – specie su un fondo sul quale non abbiamo ancora sufficiente esperienza. In ogni caso non potevamo chiedere di meglio a questo week end culminato con questo podio grazie anche ad una macchina perfetta cresciuta di prova in prova con le regolazioni che abbiamo chiesto ai nostri meccanici. La testa và ovviamente al prosieguo del campionato”.

Archiviata con successo la pratica San Marino, per l’equipaggio CST Sport, dopo la pausa estiva, sarà la volta del Rally del Friuli dove le aspettative sono quelle di agguantare i vertici del CIR Junior 2016.

 

Comments

comments