Milano, 18 novembre 2019 – Se il mondo dei giochi d’intrattenimento vede una netta prevalenza maschile (il 72% dei giocatori sono uomini), la Dea Bendata sembra privilegiare le donne e le premia maggiormente in termini di vincite. Sono i risultati di una ricerca svolta da LeoVegas, digital entertainment company svedese, per analizzare chi – tra uomini e donne – venga baciato più spesso dalla fortuna. Dalle statistiche di LeoVegas.it emerge che sono proprio le donne a essere le prescelte della Dea Bendata. Analizzando i numeri dei giocatori, la ricerca svela che le donne sono più fortunate degli uomini, con una percentuale di vincita superiore del 10%.

La ricerca di LeoVegas rivela anche delle sostanziali differenze tra le abitudini di gioco degli uomini e delle donne. Queste ultime passano molto più tempo degli uomini a giocare, non perché sono meno capaci o meno intraprendenti ma perché si dedicano al gioco online con maggiore attenzione. Le donne dedicano molta accortezza fin dalla fase iniziale di selezione di un sito che offre i migliori giochi online in termini di sicurezza. La fascia di pubblico femminile che utilizza maggiormente i giochi d’intrattenimento ha un’età che spazia dai 25 ai 40 anni e sono tantissime le donne affermate ed in carriera che si sono appassionate ai giochi virtuali e che dedicano al gioco online parte dei propri momenti liberi.

I giochi che riscuotono maggior successo tra il pubblico femminile sono i game show e i giochi a jackpot. Le donne si dimostrano anche molto più prudenti rispetto agli uomini: il 72,3% delle donne incassa subito la vincita senza avere dubbi, mentre la grande maggioranza degli uomini tende a reinvestire la somma vinta per nuove sfide.

Anche se la media di ore di gioco mensile è più alta rispetto a quella degli uomini, la media di denaro scommesso è inferiore. Le donne sono meno influenzabili sotto questo punto di vista, tendono a resistere meglio al rischio e l’approccio femminile al gioco si fonda, anche se non solo, sulla loro curiosità e voglia di sperimentare. A differenza degli uomini, il cui unico obiettivo è vincere, le donne si dedicano al gioco con una mentalità più aperta e lo concepiscono, generalmente, come uno svago e come un’opportunità sociale.

A conferma del trend, le ultime Big Win “in rosa” registrate su LeoVegas.it: nella provincia di Salerno, una donna tenta la fortuna sulla Roulette e conquista ben 46.826 euro; a Milano una trentenne sbanca con il BlackJack accaparrandosi 21.000 euro. Insomma, pare che la Fortuna non sia proprio cieca, ma veda rosa! E forse non è un caso che la prima licenza di casinò legale a Las Vegas è stata rilasciata ad una donna di nome Mayme Stoker nel 1920.

Comments

comments