champions(di Salvatore Cipriano) Ricomincia finalmente la Champions League. Si riparte con gli ottavi di finale, distribuiti a spezzatino, oggi: Psg – Chelsea e Benfinca – Zenit, mercoledì: Gent – Wolfsburg e Roma – Real Madrid.

Ottavi che si completeranno la prossima settimana con altre quattro partite: Arsenal – Barcellona, Juventus – Bayern Monaco, Dinamo Kiev – Manchester City e Psv – Atletico Madrid.

Per quanto riguarda i due match in programma oggi:

PSG – CHELSEA: Al Parco dei Principi va in scena la partita delle rivincite.

Nei quarti di finale della scorsa Champions League, l’ex David Luiz e Thiago Silva riuscirono a confezionare l’impresa parigina a casa di Mourinho.

I campioni di Francia e quelli di Inghilterra arrivano a questa sfida in condizioni diverse.

Il Psg in Francia ha un abisso di vantaggio sulla seconda in classifica, addirittura ben 24 punti sulla seconda in classifica, anche se in casa parigina sono scossi dai commenti omofobi e offensivi di Aurier contro Blanc e Ibrahimovic.

In Premier League il Chelsea è dodicesimo in classifica, anche se i Blues sono imbattutti da quando in panchina a Mourinho è subentrato Hiddink.

Per Ibrahimovic è l’ennesima occasione per poter dimostrare di essere decisivo anche in Champions, nonostante uno scalpitante Cavani che pare però destinato alla panchina.

I Blues sono con il guaio Terry che si è infortunato e, quindi, al centro della difesa giocheranno Ivanovic e Cahill.

BENFICA – ZENIT: E’ uno degli ottavi meno nobili del tabellone di Champions.

I russi, però, hanno stupito tutti dominando il proprio girone di Champions, a scapito di squadre dalla grossa tradizione come Valencia e Lione.

Villa Boas, che ritorna in patria, per ovviare alla lunga sospensione invernale, si è affidato a vari stage, in Qatar, in Portogallo e in Spagna.

Dalla Dinamo Mosca sono arrivati Zhirkov e Kokorin, rinforzi di primo livello.

Zhirkov cerca spazio in attacco, nonostante la presenza di Hulk.

Il Benfica ha chiuso il proprio girone al secondo posto, alle spalle dell’Atletico Madrid.

I portoghesi vengono, però, da un brutto weekend. Hanno perso in un colpo solo la testa del campionato, a vantaggio dello Sporting Lisbona.

Comments

comments