Dopo il terremoto di questa mattina, l’istituto senese e la compagnia sospendono la tappa del roadshow e donano 30 mila euro  in favore delle popolazioni colpite dalle scosse delle ultime ore.

Banca Monte dei Paschi di Siena e AXA MPS hanno annullato l’evento inizialmente previsto per oggi a Parma, a seguito del sisma che ha colpito questa mattina l’Emilia e la provincia di Mantova (in Lombardia). La tappa del roadshow “Proteggere una società che cambia”, organizzato con Radiocor – Il Sole 24 Ore per promuovere un percorso educativo per le diverse età su prevenzione e protezione dai rischi, avrebbe dovuto prevedere un incontro mattutino con gli alunni dell’istituto “J.Sanvitale Fra Salimbene” e, nel pomeriggio, una tavola rotonda sugli attuali scenari della previdenza e del welfare.

Alla luce della straordinarietà degli eventi delle ultime ore, l’istituto di credito senese e la compagnia assicurativa hanno inoltre stabilito di devolvere 30.000 euro complessivi (10.000 per ciascuna provincia), per far fronte alle prime concrete necessità operative nelle Province di Modena, Ferrara e Mantova, i comprensori che hanno subito i maggiori danni. La cifra rappresenta l’ammontare dell’intero budget finanziario inizialmente stanziato per la realizzazione dell’evento di Parma più ulteriori contributi.

Il Gruppo Montepaschi si è inoltre attivato per le popolazioni colpite aprendo un conto ad hoc la settimana passata. Chiunque voglia contribuire al gesto di solidarietà può recarsi presso le filiali di Banca Monte dei Paschi di Siena, Biverbanca e Banca Antonveneta ed effettuare un versamento sul conto corrente “pro-terremotati Emilia Romagna maggio 2012” – coordinate bancarie “COD. IBAN IT 60 X 01030 14200 000008622257”. Le donazioni sono esenti da qualsiasi spesa o commissione.

Banca Monte dei Paschi di Siena ha quindi approvato una serie di importanti iniziative di natura finanziaria a favore delle imprese e delle popolazioni residenti nelle province di Bologna, Modena, Ferrara e Mantova, colpite dal terremoto della settimana passata. Un concreto segnale di solidarietà, che si articola in un programma di interventi e agevolazioni.

Iniziative per le famiglie
E’ prevista la sospensione delle rate di mutuo fino a 12 mesi per i privati che abitano nelle zone colpite dal terremoto e che ne facciano richiesta e l’istituzione di un plafond di 50 milioni di euro, da erogare sotto forma di mutui fondiari, chirografari e piccoli prestiti. Le finalità riguardano la ristrutturazione/ricostruzione dell’immobile danneggiato, nonché la copertura delle spese da sostenere per fronteggiare le prime necessità. Per poterne beneficiare il richiedente deve essere residente nelle zone colpite dal terremoto.

Iniziative per le aziende
Plafond di 50 milioni di euro
E’ stato istituito un plafond di 50 milioni di euro a favore delle imprese, sia in forma individuale che societaria, con sede operativa nelle zone colpite dal sisma e appartenenti a tutti i settori di attività, compreso l’agroalimentare, l’allevamento ed il lattiero-caseario. Le finalità riguardano la ristrutturazione e la ricostruzione dell’immobile destinato all’attività, il ripristino di impianti, macchinari, della dotazione di bestiame e di scorte di prodotti caseari.

Servizio di sospensione rate
E’ prevista anche la sospensione delle rate, fino a un massimo di 12 mesi, per i finanziamenti a medio e lungo termine (mutui, finanziamenti chirografari, agrari), mediante l’allungamento della vita degli stessi per un periodo corrispondente alle rate prorogate.

Credito agrario
Potranno essere prorogati di quattro mesi i prestiti agrari di conduzione con scadenza entro il 31/08/2012.

Prefinanziamento contributi pubblici e privati
E’ previsto l’anticipo con durata massima di 12 mesi e fino all’80% di eventuali contributi pubblici deliberati e di rimborsi assicurativi per il settore lattiero-caseario.

Apparecchiatura POS
Saranno sostituite gratuitamente le apparecchiature non più funzionanti.   Il termine di presentazione delle domande, che avranno un percorso di istruttoria preferenziale, per tutte le tipologie d’intervento è il 31 luglio 2012, salvo proroghe.

Comments

comments