209 Views

Tra i più grandi nemici della bellezza e della pelle c’è senza ombra di dubbio il cortisolo, l’ormone dello stress, il quale ha conseguenze negative su tutto il corpo. I motivi per cui si è stressati possono essere tanti, vanno anche al di là, ad esempio, di quello che può essere lo stress causato dal lavoro: in una società che corre a ritmi sfrenati le ragioni per le quali essere stressati sono esponenzialmente aumentate. Secondo quanto riferito dalla dottoressa Michele Green, dermatologa certificata a New York, tra i maggiori fattori di stress rientrano soprattutto l’inquinamento ambientale, una questione sempre più attuale e sulla quale si dibatte sempre di più, ma anche il traffico e la mancanza di sonno.

Le problematiche principali causate dallo stress

1) Il cortisolo, come già anticipato in precedenza, è uno dei peggiori nemici della pelle, tanto che in una situazione di forte stress può aumentare sensibilmente la comparsa di linee sottili e rughe, di conseguenza accelerare notevolmente il processo di invecchiamento della pelle.

2) Tra le varie problematiche riscontrate può rientrare anche la psoriasi guttata, una patologia cronica della pelle meno comune delle altre, caratterizzata dalla comparsa di piccole macchie o lesioni cutanee rotonde ed ovulari.

3) Lo stress, inoltre, favorisce tanto anche l’iperpigmentazione della pelle quanto la comparsa dei capelli bianchi o grigi. Tra i fattori principali per i quali questo avviene, infatti, rientrano l’esposizione al sole, l’età e, indovinate un po’, proprio lo stress.

4) Un altro problema che si verifica a causa di quest’ultimo è quello legato all’acne. A tal proposito, il cortisolo aumenta la produzione di olio della pelle, motivo per il quale in un periodo durante il quale siamo particolarmente stressati è normale e frequente ritrovarsi ad avere a che fare con brufoli e pori ostruiti.

5) Tornando a quanto riferito dalla dottoressa Green, lo stress indebolisce anche la barriera protettiva della nostra pelle, influendo in maniera decisa sulla resistenza di quest’ultima e sulla riparazione delle ferite. Dato questo, la pelle è maggiormente soggetta ai danni degli allergeni, dei radicali liberi e di altri fattori ambientali.

6) A risentirne è anche la ritenzione idrica, tanto che un’altra problematica è proprio quella legata all’opacizzazione della pelle per via dello stress. Viene ridotto il flusso sanguigno, di conseguenza si riscontra un minore apporto di ossigeno e delle sostanze nutritive necessarie alla pelle. Questo problema è facilmente riconoscibile, poiché quando si presenta la pelle appare decisamente meno luminosa.

7) Infine, l’ultima problematica della quale vi parliamo oggi causata dallo stress è la caduta dei capelli, che nel corso di questi periodi diventano più sottili e cadono con maggiore frequenza e in quantità decisamente maggiori rispetto al normale. Inoltre, secondo quanto riportato dagli studi della dottoressa Green c’è la possibilità che molti dei pazienti sotto stress vadano incontro ad una perdita di capelli nota come alopecia areata, un processo durante il quale i follicoli piliferi del cuoio capelluto vengono attaccati. Tuttavia, si tratta di un tipo di fenomeno non permanente, motivo per il quale una volta usciti o quasi dal periodo di stress i follicoli dovrebbero tranquillamente ricrescere.

Quali sono le soluzioni ai problemi legati allo stress

In un periodo durante il quale si è particolarmente stressati, la prima cosa da fare nel momento in cui ci si accorge di non riuscire a vedere la luce in fondo al tunnel è quella di rivolgersi ad un medico per fare in modo di trovare la soluzione più idonea possibile ai nostri problemi, ripristinando l’equilibrio della nostra mente. Dopodiché, si può pensare anche a dei prodotti che ci aiutino a combattere gli effetti dello stress, mantenendo in una buona condizione la pelle e i capelli. Per quanto concerne la pelle, infatti, è bene ricorrere ad idratanti a base di collagene, vitamina C, acido ialuronico, vitamina A ed E. Per i capelli, invece, risultano essere molto utili gli integratori a base di vitamina E e zinco.

Comments

comments