È risaputo che quando si iniziano i lavori di ristrutturazione della propria casa, oppure si va ad abitare in un’altra casa, potrebbe essere necessario effettuare la sostituzione sanitari nel bagno, rimuovendo quelli vecchi e mettendone dei nuovi. Le ragioni possono essere molteplici, magari i precedenti sanitari possono non essere abbinati al nuovo stile dell’abitazione, oppure perché, molto più semplicemente è necessario sostituirli a causa dell’usura. Ad ogni modo, a prescindere dalle cause che impongono la sostituzione dei servizi, ci sono due soluzioni: rinnovare anche gli impianti, oppure acquistare dei sanitari compatibili con gli impianti esistenti, mantenendo anche le stesse posizioni di ogni pezzo.

Sanitari compatibili

Come già detto, la sostituzione dei sanitari può essere fatta senza dover cambiare tutti gli impianti presenti. Per scegliere dei sanitari che siano compatibili con gli impianti già presenti bisogna leggere con attenzione tutte le schede tecniche riportanti le caratteristiche dei sanitari. In caso contrario, il rischio è quello di fare un acquisto errato o comunque non idoneo per le proprie necessità. Tuttavia, è bene precisare che si tratta di dati che non sempre possono essere compresi con semplicità se non si hanno le competenze per farlo. Una soluzione può essere optare per lo scarico traslato, cioè un tipo di tubo che consente di “traslare” (quindi spostare) lo scarico di un water, recuperando alcuni centimetri. Non è possibile, però, spostare i sanitari dalla loro posizione originaria. Ad ogni modo, i sanitari dotati di questa tubazione, vengono scelti spesso per sostituire i sanitari presenti, eliminando lo spazio tra la parete ed il sanitario, poco pratica per le operazioni di pulizia ed antiestetica. Infatti, ormai la tendenza è quella di utilizzare sanitari filo parete, che rendono il bagno non solo più elegante ed al passo con i tempi, ma anche più capiente.

Costo e tempi per la sostituzione sanitari

La sostituzione sanitari ha un prezzo differente a seconda di diversi fattori, come il numero dei pezzi da istallare, nonché dalla tipologia degli stessi e di quelli già presenti nel bagno, che sono da rimuovere. Ovviamente, in questo caso, si parla di prezzi complessivi di manodopera per la sostituzione dei sanitari più i sanitari stessi. In genere la sola installazione dei sanitari a pavimento oscilla tra i 30 e gli 80 euro; dei sanitari sospesi varia tra i 50 ed i 90 euro. Per il box doccia o la vasca, invece, si arrivano a toccare i 100 euro, mentre le opere murarie necessarie hanno un costo minimo di 100 euro e vanno anche a sfiorare i 500 euro. In ogni caso è sempre preferibile rivolgersi ad un professionista in grado elaborare un preventivo dopo aver considerato tutti i lavori necessari. Quanto tempo ci vuole, inoltre, per la sostituzione sanitari? In genere è necessaria circa una settimana in caso di lavori da effettuare, come le opere murarie ed il posizionamento delle piastrelle, mentre gli interventi di semplice sostituzione non richiedono più di qualche ora. Si tratta in ogni caso di interventi di manutenzione ordinaria, cioè senza il rifacimento delle tubature.

Comments

comments