12 Views

Nata in Nigeria nel 1989, Yemi Alade è una famosissima cantante africana, andata in prestito anche al mondo del cinema, da sempre impegnata quale attivista per i diritti umani. Il suo impegno in questi ultimi mesi si è concentrato soprattutto sulla lotta al Coronavirus e sull’impatto che questo sta avendo sulle donne del Continente Nero. Il timore maggiore è infatti che la pandemia porterà a un forte incremento delle disparità tra uomini e donne cancellando di fatto tutti i progressi che sono stati compiuti in questi ultimi anni. Rita Levi-Montalcini è stata una neurologa che per il proprio lavoro ha conquistato il premio Nobel per la medicina. Grazie ai meriti scientifici e all’impegno sociale sempre dimostrato, la torinese è stata nominata senatrice a vita. Grande attenzione ha sempre posto sulla discriminazione di genere, sottolineando quanto anche le donne siano in grado di fornire un importante contributo a una società ancora troppo maschilista e discriminatoria. Il suo esempio è stata fonte di ispirazione per moltissimi giovani.

Di donne famose che sono state capaci di influenzare il mondo ce ne sono davvero tantissime. Riuscire a selezionarne solo quaranta deve essere stato difficilissimo ma necessario per dar vita a Sogni per bambine ribelli, il gioco di Cranio Creations che risalta queste iconiche figure. Sono personalità che hanno dato un contributo notevole nei rispettivi campi di riferimento, che si tratti di politica, di sport, di scienza, di arte o quant’altro, evidenziando come anche il gentil sesso sia essenziale per l’evoluzione della società umana. Se ancora oggi non possiamo vantare una eguaglianza tra i sessi, Sogni per bambine ribelli riesce però a mettere in luce alcune figure di riferimento a cui i giovani possono ispirarsi, nomi del calibro di Margherita Hack, Marie Curie o Anna Politkovskaja.

I meccanismi del gioco sono molto semplici e immediati. A inizio partita si estraggono nove carte raffiguranti altrettante donne famose e le si dispone su una griglia composta da tre righe e da tre colonne. Accanto a questa si posizionano nove gettoni lampada girati sul lato acceso. Il giocatore che guiderà la sessione estrarrà una carta obiettivo segreta che gli indicherà quale tra le figure presenti dovrà far indovinare ai compagni di gioco. Estratte alcune carte illustrazioni, ciascuna raffigurante un disegno ricco di particolari, ne sceglierà una o più per fornire indizi agli altri partecipanti. Qualora non bastassero potrà sempre scartare le carte non utilizzate e pescarne di nuove girando un segnalino lampada sul lato spento. A questo punto gli altri giocatori potranno discutere sugli indizi tenendo in considerazione anche le informazioni presenti sulle carte delle note pioniere, che forniscono nome e cognome, periodo storico e luogo di nascita oltre che ad alcune brevi frasi che evidenziano aspetti cruciali della loro vita, per decidere su quale di queste puntare. In caso di risposta sbagliata si gireranno due segnalini lampada sul lato spento, altrimenti la carta verrà presa e messa da parte come trofeo. Per vincere bisognerà indovinare quattro personaggi prima che tutte le lampade vengano spente.

Le caratteristiche di Sogni per bambine ribelli rendono il gioco divertente ed educativo, capace di fornire utili concetti storici da imparare ma anche a spingere i partecipanti a comprendere maggiormente il ragionamento altrui, base essenziale per vivere in un mondo più tollerante. La presenza di sole figure femminili è poi un chiaro e inequivocabile insegnamento di uguaglianza e parità sociale.

Gianfranco Broun

Titolo: Sogni per bambine ribelli

Editore: Cranio Creations

Comments

comments