40 Views

Con 41 vetture sulla griglia, la 4 Ore di Portimao prende il via con le prime prove libere nella mattinata di venerdì. Sabato le seconde libere e le qualifiche, che per i 16 prototipi LMP2 iscritti sono in programma nel pomeriggio alle 17.15 (le 18.15 in Italia). La gara scatta invece domenica 16 ottobre alle 13.00 (le 14.00 ora italiana) con live streaming su www.europeanlemansseries.com .

Il varesino Alessio Rovera, pilota ufficiale della Ferrari insieme a François Perrodo e Nicklas Nielsen andrà in cerca dell’acuto conclusivo in classe LMP2 Pro-Am, tornando in azione alla 4 Ore di Portimao al volante del prototipo Oreca 07 Gibson LMP2 del team AF Corse. Grazie al secondo posto ottenuto a inizio anno a Le Castellet e alle recenti prove disputate a Barcellona (vittoria) e Spa (altra piazza d’onore sul podio), l’equipaggio del team italiano si presenta all’ultimo round stagionale al secondo posto della classifica. Il distacco dalla vetta è di 22 punti, davvero tanti, anche se matematicamente il titolo non è ancora stato assegnato.

Nella classe LMP3, invece, per il gran finale a Portimao, la Le Mans Cup è pronta a schierare ben 40 vetture al via, delle quali addirittura 32 prototipi.

Un weekend conclusivo che per Pietro Peccenini assume i contorni di una vera e propria finalissima quello di Portimao nella Le Mans Cup 2022. Dal 14 al 16 ottobre il tecnico circuito portoghese ospita l’ultimo round stagionale della serie endurance internazionale e l’indomito pilota milanese classe ‘73 ritorna in abitacolo sulla Duqueine D08 di classe LMP3 gestita dalla TS Corse per concludere un’annata nella quale il passo mostrato è sempre stato all’altezza dello scenario, ma alcune circostanze avverse hanno impedito di concretizzare il risultato. Un aspetto che diventa il fulcro dell’appuntamento finale per il team lombardo diretto da Stefano Turchetto, che ad alternarsi in equipaggio con l’alfiere italiano sul prototipo verde-oro motorizzato Nissan ripresenta il 16enne rookie Kai Askey. Per Peccenini e il giovanissimo pilota britannico sarà la seconda volta da compagni di squadra dopo l’ottima intesa sperimentata a Spa-Francorchamps un mese fa, tappa in cui tra asciutto e bagnato il duo ha saputo costruire una bella rimonta in gara.

 

 


 

Comments

comments