92 Views

Esordio con brillante rimonta e primi punti stagionali a Monza per Alessio Rovera nel GT World Challenge Europe 2023 al volante della nuova Ferrari 296 GT3, molto attesa al via dell’agguerrita serie promossa dalla SRO, che all’Autodromo Nazionale è scattata con ben 55 equipaggi in griglia di partenza. Il 27enne pilota ufficiale della Ferrari ha inaugurato questa nuova, cruciale sfida condividendo la “rossa” numero 51 con i compagni di marca Robert Shwartzman, al debutto in GT, e il danese Nicklas Nielsen. Il trio del team AF Corse ha vissuto un fine settimana molto intenso con squadra, tecnici e vettura, cercando di capitalizzare al meglio l’esperienza anche in ottica sviluppo.

Dopo le libere di sabato e la qualifica di domenica mattina conclusa in ventitreesima posizione assoluta, l’equipaggio, iscritto in classe Pro, ha preso il via della 3 ore di gara che ha aperto l’Endurance Cup 2023 del GT World Challenge con l’obiettivo di risalire il più possibile in graduatoria. Missione complessa in un campionato così combattuto e in cui gioca un ruolo anche il balance of performance, ma che è riuscita partendo dallo stint iniziale proprio di Rovera, che dopo un’ora di corsa e diversi sorpassi ha portato la 296 GT3 non lontana dalla top-10. Nielsen è quindi ulteriormente risalito e Shwartzman ha infine condotto al traguardo la vettura in ottava posizione assoluta e settima di classe Pro. Per la squadra si tratta dei primi punti stagionali in vista di nuovi test e del secondo round della Endurance Cup in programma il 4 giugno alla 1000 Chilometri di Le Castellet. Nel frattempo, Rovera tornerà in pista anche il prossimo fine settimana per il terzo round del Mondiale Endurance, con la 6 Ore di Spa in programma il 27-29 aprile.

Lo stesso Rovera ha dichiarato al termine della 3 Ore di Monza: “Un fine settimana di gran lavoro che la squadra ha svolto in maniera egregia. Non era scontato all’esordio con un’auto nuova in un campionato così serrato. Tutto ha funzionato e la 296 GT3 ha risposto bene alle regolazioni, continuando a migliorare nel corso del weekend. E’ agile ed equilibrata, a Monza abbiamo potuto compiere un altro passo in avanti. C’è ancora del lavoro da fare, è naturale, ma la direzione è giusta. Nel GT World Challenge già un paio di decimi pesano molto, ma saremo in grado di giocarcela. In qualifica abbiamo fatto il massimo, poi in gara abbiamo cercato di guadagnare il più possibile. Ci siamo ritrovati dietro a un gruppo di auto meno efficaci nei pochi tratti più guidati ma con velocità di punta elevate sul dritto ed era difficile superare. Fortunatamente a un certo punto sono passato e con pista libera ho potuto imprimere un buon passo e riprendere chi ci precedeva. Dopo le qualifiche l’obiettivo era rimontare fino alla zona punti. Ci siamo riusciti e quindi torniamo dalla gara di casa con qualcosa di utile in tasca in termini di campionato”.

Comments

comments