19 Views

È un altro fine settimana da mandare in archivio con soddisfazione, quello analizzato da MM Motorsport a conclusione della Ronde Valli Imperiesi, confronto che ha visto impegnata la Skoda Fabia R5 Evo “gommata” Pirelli ed affidata a Roberto Tucci, fresco vincitore del Trofeo Maremma e quarto assoluto nella classifica dell’appuntamento ligure. Una gara che ha confermato al portacolori di Jolly Racing Team – alla sua seconda esperienza sulla vettura – le ottime sensazioni destate nell’occasione del debutto sull’esemplare dotato di ultima evoluzione, condivise con lo staff tecnico della squadra lucchese e con Sauro Farnocchia, copilota chiamato a confermare la bontà della collaborazione avviata sulle strade della provincia di Grosseto ed archiviata sul primo gradino del podio assoluto. Di un solo secondo e mezzo, il margine che ha negato a Roberto Tucci il terzo gradino del podio assoluto, particolare che ha confermato le linee di una performance di spessore su strade mai affrontate in precedenza, al cospetto di un plateau avversario di qualità che ha visto comunque terza – tra le vetture di classe R5 – la Skoda Fabia di MM Motorsport.

Entusiasta, il team manager di MM Motorsport, Manuela Martinelli: “Siamo molto contenti della prestazione, una conferma molto importante avvenuta su strade sconosciute e che, quindi, vale doppio. Roberto ha grandi capacità, serviva una svolta ed in questi termini si è rivelata importante la collaborazione con Sauro, il rapporto con la squadra e il grande feeling con la vettura, elementi che hanno fatto la differenza”.

“Posso ritenermi più che soddisfatto della prestazione – il commento, invece, di Roberto Tucci – pur dovendo recriminare su una scelta errata di assetto e gomme per la prima prova speciale, dove avevamo pensato ad una situazione di fondo bagnato. Questo ci ha penalizzati, appesantendo il riscontro, un gap che ci siamo portati dietro fino alla fine ma che non ci ha impedito di provare ancora ottime sensazioni al volante della vettura”.

Brillante esordio al volante della Skoda Fabia R5 per Davide Giovanetti, affiancato da Massimo Moriconi sulle prove speciale della Halloween Ronde. Il driver di Dimensione Corse si è reso protagonista di una condotta crescente che ha evidenziato un già soddisfacente feeling con la turbocompressa boema. Un particolare espresso fino al momento del ritiro, accusato nell’ultima prova speciale e legato ad un brusco atterraggio da un dosso. Un epilogo sfortunato che, tuttavia, non ha ridimensionato i contenuti di un impegno affrontato a scopo didattico ma che ha regalato ottimi spunti in proiezione futura.

Sfortunato ritiro per Mirco Bigogna, fuori causa sulla seconda prova speciale della Halloween Ronde per un problema meccanico, impegno affrontato in ottica “test” sulla Fiat Seicento messa a disposizione da Laserprom015. Un epilogo che non ha negato al pilota portacolori di poter riscontrare la bontà del lavoro espresso dal team e dalle caratteristiche della vettura, espresse con soddisfazione nella prova inaugurale del confronto sammarinese. Per il driver, affiancato nell’occasione da Alessandro Forni, si è trattato della prima esperienza al volante dell’esemplare gestito dalla squadra larcianese.

Comments

comments