Non tarda ad arrivare il commento del Partito Democratico alle proposte di riforma presidenzialista da parte di Berlusconi e Alfano. Dal partito del segretario Bersani si dice basta a distrazioni da prestigiatori: “Invece di invocare riforme epocali che il Parlamento non avrebbe il tempo di approvare e che impedirebbero qualsiasi riforma elettorale, i dirigenti del Pdl devono dire se vogliono cambiare subito la legge elettorale che impedisce ai cittadini di scegliere i deputati o se vogliono tenersi il ‘porcellum’, che secondo Berlusconi ha funzionato tanto bene e che gli permetterebbe di nominare ancora i parlamentari del centrodestra.

Noi mettiamo al primo posto la riforma della legge elettorale, pronti a discutere le riforme istituzionali necessarie per rendere il sistema più moderno ed efficiente, a cominciare dalla riduzione del numero dei parlamentari. Ma senza che questo impedisca di cambiare il porcellum e di restituire agli elettori il loro legittimo potere. Dica il Pdl che cosa vuol fare senza giochi di prestigio.”

Comments

comments