23 Views

Bisogna ”presidiare il processo di voto” delle primarie perche’ sia ”trasparente”. A dirlo e’ Roberto Reggi (foto), ex sindaco di Piacenza e coordinatore della campagna di Matteo Renzi, durante i lavori della Stazione Leopolda di Firenze. Reggi é convinto che le regole decise per le primarie del centrosinistra siano ”frutto di una paura sconsiderata” e ”mettono a richio la partecipazione”.

A causa delle regole, dunque, il 25 novembre ”si prefigura un caos totale”. Per questo bisogna anche aiutare alla registrazione su cui ”siamo ancora indietro”. E su questo accusa duramente il segretario del PD: ”Bersani ha detto massima partecipazione ma poi ha dato mandato ai suoi scagnozzi di renderla molto meno possibile”.

Alle parole di Roberto Reggi segue, altrettanto dura, la replica del presidente della Provincia di Firenze, Andrea Barducci che afferma: ”Quanta paura ha Roberto Reggi? Quanto odio, quanto livore nell’invito che ha rivolto ai suoi ‘collaboratori’, o ‘aiutanti’, a presidiare le votazioni dagli ‘scagnozzi’ di Bersani? Sara’ anche del Pd – prosegue Barducci – sara’ anche di sinistra, ma a sentirlo parlare ricorda altri periodi storici. Sembra un vecchio feudatario che chiama a servizio l’ultimo dei galoppini, o il piu’ fido dei tirapiedi”.

Comments

comments