Corre lungo l’Emilia “a due e quattro ruote” ed è in primis l’incontro fra tecnologia, passione, innovazione e competizione il fulcro della partnership avviata tra il team modenese Raptor Engineering e Merida Italy SpA, la filiale nazionale dell’azienda leader globale nella produzione di biciclette. Ne emerge la comunione di intenti, oltre che di valori condivisi, che questa nuova collaborazione Raptor-Merida porta nella Porsche Carrera Cup Italia 2022, il monomarca tricolore dove la squadra diretta da Andrea Palma con sede a San Cesario schiera ben tre 911 GT3 Cup.

Sulle ammirate livree delle vetture spicca ora il marchio del costruttore di bici: due sono le Porsche di ultima evoluzione e 510 cavalli affidate al giovane talento campano Aldo Festante e al pilota romano Marco Cassarà, che con Raptor è campione in carica della Michelin Cup; la terza, della generazione precedente, è invece guidata dal gentleman driver milanese Massimiliano Donzelli, in lizza per la Silver Cup.

Alla presenza dei rispettivi staff, la partnership è stata presentata in due occasioni significative, che hanno permesso di esaltare ancor di più il prestigio di nomi, loghi e contesti coinvolti: in un momento di incontro tra passioni diverse ma con molto da condividere, a partire dalla massima ricerca e dalla cura dei dettagli, a fine aprile a Reggio Emilia nello show room di Merida è stata svelata una delle nuove Porsche di Raptor; due settimane dopo è toccato quindi a Merida unirsi al team nel paddock di Imola e nella hospitality Porsche proprio in occasione del primo round in pista della Carrera Cup Italia.

Andrea Palma, team principal di Raptor Engineering: “Aver incontrato nel nostro percorso targato Porsche un partner di eccellenza mondiale come Merida è un vero onore, non soltanto perché, tra amicizia e professionalità, conosciamo bene sia l’azienda sia la gamma di prodotti. Per noi questo unire le forze nel segno di tecnologie e passioni parallele rappresenta una spinta in più nel prosieguo di ciò che la squadra ha avviato nel 2020 e che crescendo sta ora portando a un livello sempre più alto. Affronteremo insieme questo 2022 così competitivo condividendo i più alti valori sportivi e la medesima cultura dell’impegno, del lavoro e della sana competizione”.

Comments

comments