49 Views

Tutto pronto per dare il via alle sfide del 36° Rally della Valdinievole e Montalbano, in programma per questo fine settimana, organizzato dalla Scuderia Jolly Racing Team in collaborazione con Laserprom 015 e Art Motorsport 2.0 e con il sempre importante sostegno dell’Automobile Club Pistoia.

Il disegno del percorso prevede lo sfruttare al massimo le strade che saranno le prove speciali prevedendo più versioni, più “varianti” sul tema in modo tale anche da creare quante meno difficoltà possibile al territorio ed i suoi abitanti.  In totale avremo quindi sei prove speciali per un totale cronometrato di 56,910 chilometri sull’intero tracciato che ne fa 123,050.  Cuori pulsanti della gara sono dunque Larciano e Lamporecchio, per i cui territori il rally porterà indubbiamente beneficio sotto l’aspetto turistico-ricettivo.

AVVIA IL CAMPIONATO PRIVINCIALE ACI PISTOIA

Questa sarà poi la gara del debutto del tanto atteso Campionato Provinciale ACI Pistoia – “Memorial Roberto Misseri”, riservato ai Soci titolari di licenza ACI Sport. Slittata di una stagione, a causa della pandemia, che ha permesso di disputare solo un evento sul territorio pistoiese l’iniziativa torna in campo, andando a confermare Pistoia come un centro importante per l’automobilismo nazionale e per il motorsport.  E proprio sulla spinta della passione è stato deciso, dal Comitato Organizzatore, di intitolare il Campionato Provinciale ACI Pistoia a Roberto Misseri, storico Consigliere di ACI Pistoia, commissario sportivo nazionale, uomo dalle grandi competenze nel settore del motorsport ed ancor prima dal grande amore per esso, prematuramente scomparso nell’aprile di due anni fa. Il regolamento del Campionato, disponibile nella sua versione integrale nel sito web istituzionale www.pistoia.aci.it.

I MOTIVI SPORTIVI: SARA’ DUALISMO ARTINO-MORICCI?

Quindici vetture di categoria R5 (1600 cc. turbo, trazione integrale), le “Regine” dei rallies nazionali, portate in gara di diversi ottimi driver, tra gli 80 iscritti alla gara, con un pronostico per il “papabile” vincitore non certo facile. Si immagina un dualismo tra il locale Luca Artino, che torna alle gare dopo sei mesi di stop ed il montecatinese Paolo Moricci, entrambi con una Skoda Fabia R5 (nel caso di Artino l’ultima evoluzione). Moricci ha già corso tre gare quest’anno, sfruttandole per trovare il miglior feeling con la vettura e non ha mai vinto la gara, pur andandoci diverse volte sul podio, mentre Artino l’ha vinta due volte. Entrambi dunque hanno buoni motivi per suonare la carica dai primi metri di gara. Da seguire Luca Fagni, spesso protagonista al “Valdinievole” che debutta nel rally anche per lui casalingo con una Fabia R5 ed attenzione anche al lucchese Della Maggiora (Skoda Fabia R5) oppure un occhio attento andrà dato al livornese Roberto Tucci (Skoda Fabia anche per lui). Sicuramente vorrà fare la voce grossa il laziale Andrea Minchella, uno che nel centro sud è spesso da podio, poi saranno da seguire due toscani di grandi speranze, il versiliese Gianandrea Pisani ed il pisano Nico Signorini, due che con vetture più piccole hanno sempre fatto grandi cose ed adeso sono entrambi al debutto con una top car, potrebbero fare da vero ago della bilancia o magari anche tentare il successo se le rispettive auto (due Fabia anche per loro) sapranno interpretarle al meglio. Sono pronti a prestazioni di spessore anche il sempreverde milanese Mauro Miele ed anche il sardo Marino Gessa. Il primo è reduce da un sesto assoluto al “Colline Metallifere” a Piombino seguito dal mondiale in Croazia ed avrà la stessa Fabia R5, l’altro con la vettura boema ha invece corso una sola volta due anni fa a Sperlonga finendo sesto e peraltro la Toscana lo ispira assai, visto che vi corre molto e con grande soddisfazione. Dal veneto, terra di rallisti di grosso calibro, arriva Vittorio Ceccato, che rompe l’egemonia Skoda presentandosi al via con una Peugeot 208 R5 e si attende anche Davide Giordano che testerà alcune migliorie fatte alla Mitsubishi Space Star R5, unico modello marciante in Italia della vettura giapponese.

Da seguire con interesse anche la gara dell’altro sempreverde Brunero Guarducci, con la nuovissima Ford Fiesta Rally3, usata la settimana passata a Piancavallo, primo esemplare arrivato in Italia, mentre tra le due ruote motrici si prevedono scintille  tra un altro locale agguerrito, Gianni Lazzeri (Renault Clio S1600), opposto al reggiano Luciano D’Arcio (Renault Clio Williams) ed al lucchese Andrea Simonetti (Renault Clio R3). Tra le vetture più piccole una firma a tratto marcato si attende da Sandro Incerpi e la sua Peugeot 106 Kit e si attendono i soliti “numeri” dalla nutrita schiera di Fiar Seicento “capitanate dal ligure Manuel Villa, pilota eclettico, capace di passare dal guidare una World Rally Car alla vettura più piccola possibile, segno di una grande passione. Una sola, invece, l’esponente “rosa”, Maila Cammilli, anche le con una Renault Clio Williams.

Sarà una presenza importante, concreta, quella di MM Motorsport sull’asfalto del Rally Valdinievole e Montalbano, appuntamento che – nel fine settimana – vedrà impegnata la struttura di Porcari con un parco macchine di ben sei esemplari, schierati alla partenza dell’appuntamento pistoiese ed equipaggiati con pneumatici Pirelli. Quattro vetture di classe R5 – tre Skoda Fabia ed una Peugeot 208 – e due Peugeot 208 di classe R2B: queste le “forze in campo” proposte dal team sulle prove speciali Larciano e Lamporecchio, parti integranti di un format pensato in ottica nazionale.

A recitare un ruolo da protagonista sarà chiamato Roberto Tucci, al quale sarà affidata una Skoda Fabia R5. Il pilota di Venturina, alla prima apparizione stagionale, condividerà con l’esperto David Castiglioni un impegno articolato su poco meno di cinquantasette chilometri cronometrati, affrontati con i colori della scuderia Jolly Racing Team. Skoda Fabia R5 anche per Luca Fagni, all’esordio sulla vettura. Un’esperienza che vedrà il pilota valdinievolino affiancato “alle note” da Alessandro Massaro nell’intento di acquisire esperienza al volante della turbocompressa boema, vettura di cui disporrà anche Alessio Della Maggiora, reduce da un Rally Piancavallo che lo ha visto ritirarsi nelle fasi iniziali di gara, particolare divenuto “input” per riscattarsi nel confronto del fine settimana. Sul sedile destro della vettura, curata tecnicamente da MM Motorsport e vestita dei colori della scuderia Rally Evolution +1, siederà il copilota Valerio Favali. Sarà invece la Peugeot 208 R5 al centro delle aspettative di Vittorio Ceccato, pilota che con la vettura francese ha improntato un percorso continuativo, interrotto da due esperienze su Skoda Fabia. Al fianco del driver bassanese siederà, come consuetudine, Rudy Tessaro.

Primo impegno stagionale per Giuseppe Perna, atteso al volante della Peugeot 208 R2B ed affiancato da Alessio Magnani. Il pilota versiliese, sulle prove speciali della provincia di Pistoia, cercherà di confermare quelle sensazioni positive riscontrate nella passata stagione al volante della “francese” a trazione anteriore. Prima gara in carriera per Giuseppe Ciullo, assistito nel ruolo di copilota da Giacomo Collodi. Un’esperienza che coinvolgerà pilota e team, con la squadra di tecnici di MM Motorsport chiamata ad assecondare l’esigenza del driver di scoprire, chilometro dopo chilometro, le particolarità della Peugeot 208 R2B.

 

LA DIRETTA STREAMING SU FACEBOOK DI TRE PROVE SPECIALI

Ovviamente la gara verrà svolta nel pieno rispetto dei “protocolli covid” federali vigenti, quindi senza prevista la presenza di pubblico lungo le prove speciali e comunque adeguandosi alle direttive impartite dal legislatore.

Per ovviare al problema della visibilità per gli appassionati ed addetti ai lavori ed anche per dare immagine alla gara e comunicare il territorio, l’organizzazione ha lavorato con impegno. Il lavoro fatto lo potranno vedere tutti con una diretta streaming sulla piattaforma Facebook a cura di RALLY DREAMER, sui tre passaggi della prova speciale di Lamporecchio. Gli impegni saranno alle ore 09,48 (PS 2), alle ore 13,09 (PS 4) ed alle ore 16,12 (PS 6) e la trasmissione avvierà 15 minuti prima dello start. Le telecamere copriranno un tratto di prova di circa 1,7 Km. Per vedere la gara quindi basterà avere un device che possa collegarsi al web, avere la possibilità di accedere al social Facebook e collegarsi alla pagina di Rally Dreamer.

 

 

P

Comments

comments