19 Views

FotoAlquati_RallySebino_Colombo1La Giesse Promotion ha messo in mostra i suoi talenti al 5° Rally day del Sebino, gara lombarda disputatasi domenica 2 ottobre.

Sugli asfalti della Ps Parzanica e della Rogno, il duo sardo composto da Marino Gessa e Salvatore Pusceddu ha incantato il pubblico e gli avversari concludendo in seconda posizione assoluta nonostante fosse al debutto su di una Renault Clio R3C (by SMD). Incalzati da Zanga e preceduti da Ronchi, i due portacolori della Giesse Promotion hanno vinto l’ultima prova speciale agguantando la seconda posizione per 1”2.

Bene anche Eugenio Lozza e la moglie Antonella Fiorendi che non se la sono sentita di prender eccessivi rischi  sulle strade inondate d’acqua nel primo mattino; al termine delle sei prove, la loro Renault Clio preparata da Ceriani ha concluso in quarta posizione di classe ad una manciata di secondi dal podio.

Anche Sergio Carrara e Fabio Cortinovis sono riusciti a vedere il traguardo con la loro Peugeot 106 preparata da Galliazzo; l’equipaggio di casa ha faticato molto considerata anche la poca assiduità con cui frequentano il mondo delle corse.

Peggio è però andata a Nicola Colombo, manager della scuderia che, insieme a Dentella, ha patito ogni sorta di problemi sulla sua Peugeot 106 (V Sport) di classe N2. Dopo due prove speciali disputate, gli alfieri della Giesse Promotion hanno dovuto consegnare la tabella di marcia a seguito di un problema alla pompa di benzina della loro vettura.

FotoAlquati_RallySebino_Sarasera1Risultato a due facce quello della Leonessa Corse con due arrivi e un ritiro.

Entrambi gli equipaggi giunti al traguardo al Rally del Sebino erano al via su Peugeot 208 R2B. Gianluca Saresera ed il naviga Daniel Taufer si sono resi protagonisti di una bellissima gara specie se rapportata al folto elenco di pretendenti alla classe e alle non secondarie condizioni meteorologiche che hanno influenzato molto l’andamento della corsa. I due del team Vieffecorse hanno tenuto un ottimo passo senza forzare ben sapendo che la gara era un test in vista del prossimo Rally trofeo Aci Como del CIWrc.

Buona la prima, si potrebbe dire ad Elio Becchetti e Maura Saetti che hanno deciso di rimettersi nuovamente in gioco cambiando vettura e categoria: dalla classe N3 i due coniugi saretini si sono tuffati nella agguerrita R2 (Peugeot V Sport) faticando ad interpretare l’auto in un contesto molto probante; al termine della gara l’equipaggio della Leonessa si è classificato al sesto posto a soli 3”2 dalla quinta piazza!

Meno bene è andata ad Alessandro Vivenzi, manager del gruppo sportivo lombardo che rientrava ad un anno e mezzo di distanza dall’ultima gara. Insieme a Diego Agnesi, Vivenzi (Peugeot 106 N2 V Sport) ha dovuto gettare la spugna a seguito di problemi al motore che hanno posto fine ad una gara molto travagliata e nata sotto una cattiva stella.

FotoAlquati_RallySebino_GianesiniProva da dimenticare, invece, per Marco Gianesini e Fabrizio Cattaneo, alfiere della  Top Rally. In gara con la Renault Clio S1600 della Top Rally, i due lombardi hanno tenuto un buon ritmo nelle prime due prove speciali seppur condizionate dalla forte pioggia caduta nelle prime ore del mattino.

Arrivati terzi assoluti al primo riordino, Gianesini e Cattaneo hanno dovuto alzare bandiera bianca a seguito di una toccata nel corso della terza speciale, tratto caratterizzato dalla presenza di banchi di nebbia.

 “Siamo arrivati su una curva sinistra – racconta il pilota di Montagna- e la vettura si è scomposta facendoci urtare dapprima il retrotreno e poi la parte anteriore destra contro la parete di roccia. Si è staccata una ruota e abbiamo dovuto porre fine alla nostra gara.”

Dopo che le condizioni enigmatiche del meteo nel corso delle prime prove avevano creato selezione nella lotta al podio, Gianesini contava di rifarsi sul secondo giro di speciali, quello che vedeva la prima ripetizione degli stage Rogno e Parzanica. Proprio la Rogno 2 però, è stata fatale all’equipaggio sondriese-bergamasco.

 

Comments

comments