319 Views

Oggigiorno il numero di imprenditori è in costante crescita, e sempre più giovani vogliono mettersi in discussione avviando autonomamente la propria attività. Tuttavia, tra i segreti del successo c’è un documento in particolare, il quale è assolutamente indispensabile per riuscire a inserirsi nel migliore dei modi all’interno del mercato di riferimento. Si tratta del business plan, che infatti risulta estremamente dettagliato in quanto è uno strumento di pianificazione cruciale per attuare una gestione funzionale, ed è perciò in grado di assicurare una roadmap per il successo aziendale. Si segnala che il business plan contiene in sé diversi elementi chiave.

Nella realizzazione di un business plan professionale e completo è incluso lo studio di svariati fattori – tra i quali vi è la complessità del progetto imprenditoriale, la sua dimensione e portata – nonché un’analisi approfondita del mercato e dei competitor. Questi due processi (in merito segnaliamo i chiarimenti degli esperti di CMI sulle analisi della concorrenza) richiedono tempo e risorse ma sono fondamentali per comprendere il contesto competitivo in cui l’azienda opererà e per identificare le opportunità e le criticità presenti nel settore. Ma proprio perché ci sono molteplici elementi chiave da inserire all’interno di un business plan professionale, qual è il suo costo?

Il costo di un business plan professionale è variabile: perché?

Come anticipato, le voci da compilare per redigere un business plan professionale sono davvero tante, e tutte sono finalizzate al desiderio dell’imprenditore o dell’azienda in questione di raggiungere un determinato obiettivo. Le esigenze a cui far fronte potrebbero abbondare, e non riguardano esclusivamente le spese dell’investimento complessivo, bensì la cura di diversi fattori. Qualunque elemento chiave va inserito all’interno del business plan, ma il costo di questo documento professionale è variabile proprio perché ci sono più passaggi a cui far fronte, i quali a loro volta sono variabili: ecco di quali si tratta.

Complessità del progetto

Quando si va a redigere un business plan, chiaramente il costo varia in base alla complessità del progetto. Un conto è condurre un piano d’affari per un’azienda che deve offrire un’elevata quantità di prodotti e/o servizi, un altro è compilare un documento regolandosi su una bassa quantità di prodotti e/o servizi da mettere in vendita. Le complicazioni vertono tutte su tale fattore, poiché un’impresa che vuole espandere le proprie operazioni di mercato in ambito internazionale dovrà senz’altro pagare di più un business plan in confronto a chi opera in ambito nazionale o esclusivamente locale.

Per di più, si segnala che può aumentare il costo complessivo anche un altro elemento, ossia quello della ricerca: se il mercato nel quale ci si vuole inserire è altamente regolamentato, allora occorre condurre una ricerca meticolosa e, di conseguenza, ci saranno più spese a cui far fronte.

Professionisti da coinvolgere

La quantità di professionisti da coinvolgere è un fattore che inevitabilmente influenza, e nemmeno poco, il costo finale di un business plan. Infatti, un’azienda potrebbe avere la necessità di assumere o chiedere una consulenza a diversi esperti, tra cui un consulente finanziario, un professionista del marketing, uno o più ricercatori e persino uno o più avvocati, in base alla proprietà intellettuale da registrare e la regolamentazione del mercato nel quale ci si va a inserire.

Tempo di realizzazione

Quando ci si riferisce al tempo di realizzazione, va specificato che per formulare un business plan di qualità ci vogliono diverse ore e quindi più giorni. Il costo complessivo varia a seconda di quanti professionisti sono stati coinvolti, e se essi sono pagati su base oraria. Ovviamente, altre voci quali la ricerca di mercato, la raccolta dati e le proiezioni finanziarie rientrano nel tempo di realizzazione del documento, e il tutto si valuta ponderatamente verso la fine dell’intero processo.

Costo di un business plan professionale: le stime finali

Per stimare il costo di un business plan professionale occorre fare delle precisazioni. In primo luogo, se si opta per agire in totale autonomia ciò che si investe è esclusivamente (o quasi) il proprio tempo, ma bisogna essere davvero convinti di saper fare molteplici attività in solitaria. Se ci si vuole affidare ad un professionista si potrebbero spendere tra i 50 e i 200 euro l’ora, a seconda della tariffa stabilita dall’esperto. Infine, tramite un’azienda specializzata il costo complessivo potrebbe variare tra i 2.000 e i 10.000 euro.

Comments

comments