EN_Lament_Cover webGli Einstürzende Edifici di nuova costruzione tornano con un nuovo album in uscita domani nei negozi per BMG Rights Management (Italy)/Self  e un nuovo straordinario progetto. La band tedesca ha realizzato un’opera musicale ispirata allo scoppio della Prima Guerra Mondiale avvenuto 100 anni presentata, in anteprima assoluta, l’ 8 novembre a Diksmuide, in Belgio.

In questo lavoro la band unisce le proprie tecniche, esplicitamente legate alle tradizioni d’avanguardia, al primo evento globale che scosse il mondo intero.

A tal fine, gli Einstürzende Neubauten hanno fatto una grande ricerca e un lavoro di recupero di registrazioni audio risalenti al periodo 1914-16 di prigionieri di guerra provenienti da tutto il mondo e detenuti in uno dei primi grandi campi di internamento nei pressi di Berlino. La ricerca è stata condotta tra gli archivi sonori della Humboldt University di Berlino e del Deutsches Rundfunkarchiv (Archivio Tedesco della Radiodiffusione) di Francoforte, ed è stato inoltre utilizzato materiale visionato e ascoltato presso il Militärhistorische Museum der Bundeswehr di Dresda.

L’associazione di due delle più antiche forme musicali, il “lamento” e il “mottetto” (composizione ispirata alla parabola biblica del figliol prodigo e attribuita ad un compositore fiammingo del Rinascimento ), saranno collegate e assimilate nelle registrazioni audio dei prigionieri di guerra.

Con quest’opera viene anche riscoperta la musica dei leggendari “Fighters Harlem Hell” il primo reggimento di fanteria afro-americano che combatté, per la prima volta, durante la prima guerra mondiale e che riceverà, così, il dovuto riconoscimento.

Gli strumenti utilizzati dagli Einstürzende Neubauten, oltre alla straordinaria voce di Blixa Bargeld, sono l’acciaio, oggetti ritrovati e innovativi, elettroniche e tecnologie all’avanguardia ampliate per includere un ensemble d’archi.

Questo non sarà un concerto sulla Prima Guerra Mondiale, ma piuttosto una composizione che prende vita dai temi correlati: “erst muss man Platz schaffen, damit etwas Neues entstehen kann” (“Si deve fare spazio, prima di poter creare qualcosa di nuovo” – Blixa Bargeld).

Gli Einstürzende Neubauten saranno in Italia per presentare dal vivo il nuovo lavoro il 28 Novembre a Bologna (Auditorium Manzoni) , il 29 a Torino (Auditorium RAI) e il 30 a Roma ( Auditorium Parco Della Musica).

Comments

comments