36 Views

postebabonataleAnche quest’anno grande lavoro per i “postini” di Babbo Natale che hanno già raccolto oltre 40 mila letterine scritte dai bambini per esprimere desideri, formulare speranze e auspici di serenità per le famiglie.  E’ dal 1999 che Poste Italiane risponde alle letterine inviate dai bambini di tutta Italia, sempre più numerose: dalle 40.000 della prima edizione alle oltre 120.000 dello scorso anno.

Quest’anno i bambini ricevono in risposta una busta che contiene un piccolo dono e l’invito a partecipare a un divertente gioco “online”. Babbo Natale sta infatti cercando degli assistenti elfi: per partecipare è sufficiente scaricare la nuova App “Cercasi Elfo” (gratuita, da Google Play o AppStore), scattare una foto tenendo sul petto la speciale cartolina ricevuta dai Postini, e per incanto il bambino si vedrà trasformato in un vero e proprio elfo, con un effetto estremamente realistico. L’immagine potrà essere salvata, stampata e condivisa sui social network. Inoltre, è attivo il minisito www.poste.it/letterinedibabbonatale, dove i bambini potranno divertirsi con il gioco “Apprendista Elfo” ed aiutare Babbo Natale a sistemare nei sacchi tutti i regali da consegnare.

Mentre risponde a tutti i bambini d’Italia, Poste Italiane propone anche nuovi modi per far ritrovare a tutti il piacere di scambiarsi gli auguri. Con il nuovo servizio saluti&foto oggi è possibile in pochi istanti creare e spedire cartoline e biglietti d’auguri personalizzati con le proprie immagini, direttamente con lo smartphone / tablet (scaricando l’app saluti&foto), o dal PC sul sito www.salutiefoto.it. Il sistema permette di creare e modificare le immagini, comporre i messaggi e “firmarli” disegnando sullo schermo, spedirli con Posta Prioritaria in tutto il mondo.

Con queste iniziative Poste Italiane coniuga la tradizione con l?innovazione, accende la magia di un mondo in cui i miracoli sono ancora possibili e dove il meraviglioso si confonde e convive con il reale, e la posta scritta si integra con le tecnologie più moderne. Un?occasione per sottolineare, ancora una volta, l?importanza della posta che permette a tutti di comunicare le proprie emozioni con una lettera.

Comments

comments