39 Views

Era attesa, soprattutto dopo la pole position messa a segno in mattinata, e per Alessio Rovera domenica 1° ottobre a Barcellona è finalmente arrivata la prima vittoria stagionale nel GT World Challenge. Il trionfo è anche storico perché segna anche il primo successo in assoluto della Ferrari 296 GT3 nella ultra-competitiva serie internazionale promossa dalla SRO Motorsports Group. Nell’annata d’esordio della nuova “rossa” di Maranello, il 28enne pilota varesino ha condiviso l’abitacolo della numero 51 gestita dal team AF Corse – Francorchamps Motors con i compagni di marca Nicklas Nielsen e Robert Shwartzman. Il trio di driver ufficiali si era presentato in Spagna al via dell’ultimo round 2023 con massima volontà di riscatto dopo una prima parte di stagione in crescendo e le successive due prove alla 24 Ore di Spa e al Nurburgring caratterizzate da qualche imprevisto che ne aveva compromesso il cammino.

Nella 3 Ore di Barcellona, disputata sul circuito da Gran Premio del Montmelò, il weekend è stato in costante progressione. Mostratisi sempre affidabili e competitivi, dopo libere e pre-qualifiche Rovera e la 296 GT3 si sono messi al comando dello schieramento (formato da ben 56 vetture) fin dalla qualifica 1 di domenica mattina. E’ stato il primo mattone verso la conquista della prima pole position stagionale, preludio a sua volta di una gara che ha visto il trio di ferraristi competere costantemente ai vertici. Il pilota lombardo ha gestito perfettamente la partenza dalla pole e il primo stint di gara, caratterizzato da ben tre periodi di safety car che a ogni impiego hanno annullato il vantaggio che si era costruito sugli inseguitori. Effettuato il cambio-pilota, a causa del traffico incontrato al box, Shwartzman si è ritrovato secondo e così Nielsen nel terzo e ultimo stint, sempre in lotta per la vittoria. Poi, proprio nel finale di gara, i tre si sono classificati primi e vincitori dopo una penalizzazione comminata agli avversari diretti.

“Dopo averla a lungo inseguita – dichiara Rovera dopo il successo centrato a Barcellona –, questa vittoria me la godrò almeno per qualche giorno! E’ stata una domenica speciale, quasi perfetta, con anche l’altra Ferrari del team seconda classificata. Tutti in squadra dobbiamo essere orgogliosi per questa doppietta, frutto del lavoro di sviluppo che ci impegna da inizio anno. La vittoria ci ripaga dei tanti sforzi fatti e anche di qualche episodio sfavorevole che ci ha colpito in estate. La macchina è bella da guidare, di sicuro un circuito come il Montmelò la esalta e siamo felici anche della pole position. Lottare ai vertici è la nostra posizione e riuscire a partire davanti cambia ogni prospettiva, ti mette nelle condizioni ideali, senza traffico. Fino a una foratura lo avevamo già sperimentato all’inizio della 24 Ore di Spa. Il campionato per quest’anno è terminato, ma è questa la direzione sulla quale proseguire il cammino.”

Comments

comments