All’esordio nel Campionato Italiano GT, Francesco Maria Fenici mette a segno una pole position e due podi sull’Autodromo di Vallelunga al volante della Porsche 718 Cayman GT4 in equipaggio con il driver olandese Christian de Kant. Il 30enne pilota romano era all’esordio anche sulla pista di casa, dove ha immediatamente stupito nella sua qualifica sabato mattina, quando ha piazzato la vettura dei Centri Porsche Ticino preparata da Cram Motorsport davanti a tutti i rivali della categoria GT4. A seguire, nelle due gare in programma il portacolori della FF Motorsport ha conquistato un secondo e un terzo posto di classe, fra l’altro in gara 2 al termine di una corsa disputata domenica interamente sotto al diluvio e dominata durante lo stint di guida iniziale prima di lasciare il volante al compagno di squadra.

Per Fenici, pilota testimonial di “Autosprint” e “Auto” alla prima stagione completa nell’automobilismo, è un finale di 2020 coronato nel migliore dei modi al debutto tricolore dopo aver vinto il titolo della GT4 Cup nella Porsche Sports Cup Suisse con il team Amag First Rennsport grazie a 9 successi e 1 secondo posto nelle 10 gare disputate. Allo stesso tempo, quello sul circuito capitolino è il viatico ottimale in vista del primo test al volante della Porsche 911 GT3 Cup protagonista dei monomarca Carrera Cup che mercoledì 16 dicembre il driver laziale, seguito da Max Busnelli nei panni di coach driver, effettuerà sulla stessa pista di casa.

Fenici ha dichiarato al termine del weekend di Vallelunga: “Davvero bello esordire nel GT Italiano e un grazie lo devo all’intera squadra, a Christian e naturalmente a Max per tutto il supporto. E’ stata un’esperienza positiva in un contesto ben diverso rispetto al monomarca svizzero cui ero abituato. Interessante vedere così tanti marchi impegnati e per noi sono arrivati anche dei risultati di rilievo. Della mia qualifica sono davvero contento, in gara 1 ho rimontato nonostante una safety car e in gara 2 abbiamo raccolto il massimo possibile sotto alla pioggia.-Il fine settimana è stato pure un’esperienza formativa in ottica del test con la 911 GT3 Cup. A Vallelunga, pista per me emozionante in maniera particolare, avevo girato soltanto con la stradale, ma tutto cambia con un’auto da corsa. Ho potuto farmi un’idea dei riferimenti in più da gestire e ora non vedo l’ora di provare una vettura che segna un livello ovviamente più elevato. Andrò alla ricerca di una prima sensazione di guida su un’auto del genere per poi approfondire il lavoro con successive giornate in pista e trovare l’approccio più adatto, oltre che la giusta confidenza”.

Comments

comments