“Mai interpellati”. E’ questo il breve commento di Arcigay Piacenza “L’Atomo” circa il dibattito sull’istituzione del registro delle unioni civili presso il Comune. La discussione si é aperta da alcune settimane ma – fanno notare da Arcigay – nessuno ha mai pensato di chiederci un parere al riguardo, nemmeno l’unico quotidiano della città che invece generalmente dà modo agli esperti locali di commentare i fatti di attualità. “Non possiamo fare a meno di notare – concludono dall’associazione – che l’unica associazione LGBT della provincia di Piacenza non viene mai interpellata per esprimersi sulle questioni che la coinvolgono.

La città di Piacenza é guidata da una coalizione ampia di centrosinistra. Nonostante, quindi, una maggioranza tendenzialmente favorevole a questo tipo di provvedimenti (l’istutizione del registro delle coppie di fatto é già stato attuato in molte città italiane), il dibattito si sta rivelando in salita tanto che il PD si é spaccato il mese scorso in consiglio comunale impedendo di fatto l’approvazione del testo che aveva redatto insieme al M5S.

Comments

comments