6 Views

Circolazione ferroviaria fortemente rallentata, dalle 15.00 alle 15.40 di oggi 27 luglio, fra Castelbolognese e Pescara, sulla linea Adriatica, per la disconnessione dei sistemi di controllo e gestione del traffico in seguito al tranciamento, durante un tentativo di furto, di un cavo a fibre ottiche, utilizzato per trasmette i dati informatici necessari per la gestione e il controllo del traffico.

L’inconveniente ha interessato 8 treni a lunga percorrenza e 18 convogli regionali con ritardi compresi fra 15 e 40 minuti.
La circolazione dei treni sta gradualmente tornando alla normalità.
I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) hanno già riparato l’anomalia.
Il cavo è stato danneggiato e tranciato fra Foggia e Bari durante un tentativo di furto da parte di ignoti. Il sistema di telecomando del traffico ha effettuato in automatico quello che tecnicamente è chiamato switch, per richiudere in tempo reale il circuito per l’invio e la ricezione dei dati informatici su un’altra linea di fibra ottica. L’operazione di richiusura automatica non è andata però a buon fine per la concomitante interruzione sulla linea a fibra ottica che va da Roma a Pescara. E’ stato quindi necessario chiudere manualmente il circuito e ripristinare la piena funzionalità dei sistemi di controllo e gestione del traffico.

Comments

comments