16 Views

cigt_baccani_misanoDopo il doppio podio conquistato sul tracciato di Vallelunga, Alessandro Baccani non è riuscito per un soffio nell’impresa di regalare alla Sport Made in Italy un altro piazzamento tra i primi tre. In occasione del sesto round stagionale, svoltosi sul tracciato “Marco Simoncelli” di Misano Adriatico, il pilota della scuderia romana ha infatti conquistato il quarto posto in Gara 2 nella categoria GT Cup, dopo essersi piazzato in coppia con il compagno Venerosi al nono posto nella prima manche. Poca fortuna per il duo formato da Stefano Comandini e Andrea Gagliardini, piazzatosi dopo una bella rimonta all’ottavo posto assoluto in Gara 2 dopo essere stato costretto al ritiro nella prima prova.

Le sessioni di prove ufficiali, svoltesi al sabato mattina, vedevano Baccani conquistare una buona sesta piazza in GT Cup nel proprio turno di qualifica, mentre Gagliardini e Comandini non riuscivano ad andare oltre il nono tempo, penalizzati da una configurazione del tracciato che poco si addiceva alle caratteristiche della BMW Z4 GT3. In Gara 1 il duo della scuderia romana era subito costretto al ritiro, con Comandini incolpevole vittima di un contatto che danneggiava una sospensione, mentre in GT Cup Baccani portava al traguardo la sua Porsche 997 Cup in nona piazza. Le cose andavano leggermente meglio l’indomani, con Comandini e Gagliardini i quali, nonostante un contatto nelle fasi iniziali che faceva scivolare l’equipaggio nelle retrovie, erano abili a recuperare e a concludere all’ottavo posto assoluto. Baccani, dal canto suo, dopo un ottimo primo stint di gara, cedeva al compagno il volante in una posizione che consentiva al compagno di team di terminare ai piedi del podio.

Si è trattato di un week-end che lascia qualche rimpianto per i portacolori della Sport Made in Italy, ma che sicuramente vorrà essere riscattato in occasione del prossimo appuntamento, previsto nel mese di Ottobre al Mugello, a conclusione di una stagione sin qui ricca di soddisfazioni e motivi d’orgoglio per la scuderia romana.

 

Comments

comments