23 Views

E’ stato lanciato oggi sul web il primo sondaggio nazionale online sulla condizione delle persone anziane omosessuali, di cui i risultati saranno resi noti in occasione del Convegno organizzato dallo SPI Cgil in collaborazione con Equality Italia a Roma il 28 novembre dal titolo “Omosessualità e Anzianità, tra invisibilità e nuovi diritti”.

“E’ la prima volta che in Italia viene proposto uno studio di questo tipo – informa Raffaele Lelleri, sociologo e curatore scientifico del sondaggio – il nostro intento è di avviare una riflessione su come si percepiscono le persone anziane omosessuali, quali le loro speranze e paure”.

Il sondaggio aperto a tutti, attraverso 19 domande, (http://www.lelleri.it/sondaggio-anziani/#) farà  emerge anche come la pensano gli italiani rispetto a una condizione in cui le discriminazioni per età e per orientamento sessuale si intrecciano fortemente.

“Siamo grati – sottolinea Aurelio Mancuso, presidente Equality Italia – allo SPI CGIL, di aver voluto raccogliere la sfida di organizzare una campagna di studio e di confronto su un tema ancora poco indagato anche dentro la comunità lgbt, e che coinvolge circa un milione di omosessuali anziani”.

Le persone interessate potranno rispondere al sondaggio entro il 23 novembre, per poi dare tempo di analizzare i dati e di presentarli in apertura del Convegno nazionale.

Comments

comments