27 Views

FotoAlquati_RallyCremonaCircuit_Ogliari1Si è conclusa con la 3° posizione assoluta la partecipazione di Giacomo Ogliari e Gabriele Falzone al 2° Rally Cremona Circuit, gara disputatasi nel fine settimana appena concluso all’interno dell’autodromo di San Martino del Lago.

Per la prima volta sulla Ford Fiesta World Rally Car 1600cc.del team Delta Rally, Ogliari ha impiegato qualche prova per prendere in mano la vettura e trovare le giuste regolazioni di assetto anche in virtù di un meteo incerto nelle prime due prove di sabato.

Al termine delle otto prove Ogliari e Falzone sono riusciti ad imporsi in due prove speciali- la 4° e la 7°- ma i 4”4 persi sull’ultimo tratto cronometrato sono costati la seconda posizione per solo 1”2.

“Abbiamo provato qualche soluzione di assetto- ha commentato “Jack”- e devo dire che la Fiesta è una vettura molto agile e prestazionale. Sono contento perché al di là di questo risultato, ho potuto preparare al meglio il prossimo rally che sarà il Franciacorta Circuit dove, alla luce di questa esperienza, conto di ben figurare.”

MaxPonti-0790Torna soddisfatto da Cremona, anche il pilota ticinese Lorenzo Della Casa che, in coppia con Teo Valsangiacomo, ha affrontato il rally a bordo della Ford Focus Wrc dell’A-Style Team. Il pilota mendrisiotto, nonostante la sua poca esperienza, è stato protagonista della corsa perché autore del primo scratch della gara.

Partiti con un meteo davvero ostile, con pioggia e nebbia a farla da padroni, Della Casa ha brillato contro avversari ben più avvezzi sia alle world rally car che alle condizioni avverse.

Purtroppo un giro in meno nella seconda prova speciale è costato un pesante ritardo che, in un contesto di gara simile, si è rivelato troppo importante da recuperare. Al termine delle otto prove, la Focus Wrc di Della Casa-Valsangiacomo ha comunque chiuso al decimo posto della graduatoria assoluta.

E’ stata una gara non semplice– afferma Fabio Butti di A-Style Team- e siamo contenti delle singole prestazioni di Lorenzo e Teo. Purtroppo anche quest’anno abbiamo notato delle lacune organizzative che non hanno certo agevolato chi come il nostro equipaggio, partiva con uno scarso bagaglio esperienziale. E’ comunque un buon primo passo verso una stagione che si preannuncia ad alti livelli.

Comments

comments