365 Views

Dopo San Valentino rosso sangue è ora la volta di un altro giorno di festeggiamento da votare all’insegna della violenza: Christmas bloody Christmas unisce il sapore dello splatter vecchia scuola con effetti speciali artigianali semplici e certo non ai livelli della grafica computerizzata.

Alla vigilia di Natale, Tori deve incontrarsi con un uomo conosciuto su Tinder per un appuntamento di puro sesso. Ma il suo dipendente Robbie sembra volerla convincere a una valida alternativa che lascerebbe lui e la titolare a trascorrere qualche ora tra i piaceri della carne e tra i profumi dell’alcool. L’idea si fa strada nella mente della donna che decidere di optare per questa soluzione alternativa.

Nel vicino negozio di giocattoli, un Babbo Natale robotico dalle dimensioni umane, deve essere ritirato dal mercato per degli errori nella fabbricazione. Il malfunzionamento colpisce la macchina proprio alla vigilia del Natale, tramutandola in una furia omicida inarrestabile che appare ancora più letale di un Terminator.

Tra morti violentissime, incidenti e distruzione, la pellicola si sviluppa partendo da una forte dose di turpiloquio, desiderio sessuale e musica, ascoltata o discussa, proseguendo verso uno scontro in cui il robot porta morte e distruzione in ogni angolo della cittadina.

La musica ha un ruolo essenziale nel lungometraggio, assumendo una funzione quasi da protagonista nella storia, tanto da mettere in campo una cultura musicale impressionante. La regia di Joe Begos (Bliss / Vfw – Veterani di guerra / The mind’s eye) gioca tanto anche sulle luci, psichedeliche: sono invadenti e talvolta anche quasi fastidiose in un continuo aumento del loro impatto sull’inquadratura. Prima una semplice insegna al neon interna al negozio della protagonista, poi una casa il cui esterno è riempito di luminarie all’inverosimile, senza lasciare alcuno spazio vuoto, e infine i lampeggianti delle volanti della polizia e dell’ambulanza.

Il cast si compone non di molti attori, lasciando una cittadina spesso desertica. La protagonista della storia è Riley Dandy (That’s Amor / Interceptor / A Hollywood christmas), accanto a cui si adopera Sam Delich (Spiderhead / Mr Inbetween / Rfds: royal flying doctor service) mentre la mortale macchina infernale è interpretata da Abraham Benrubi (E.r. – Medici in prima linea / Parker Lewis / Terra di confine).

L’edizione in dvd offerta dalla collana Midnight Factory di Plaion propone un disco che ha un’ottima traccia audio e che si presenta in un cofanetto contenente il classico booklet di approfondimento che è l’elemento fisso e distintivo dell’etichetta horror dell’azienda.

Titolo: Christmas bloody Christmas

Distributore: Plaion

Comments

comments