16 Views

casorettoAbbiamo incontrato Tommaso Dellisanti, mediatore di ICAF, Istituto di Conciliazione e Alta Formazione di Milano, il quale oggi inaugura l’apertura del primo sportello di conciliazione presso una parrocchia, nello specifico quella di Santa Maria Bianca della Misericordia, più conosciuta come “Parrocchia Casoretto” a Milano.

Qualche tempo fa ho avuto una controversia con un condominio nell’interland milanese – racconta il dott. Dellisanti – riguardo alla ripartizione del consuntivo spese dell’anno precedente. Non riuscendo ad avere soddisfazione in modo amichevole, ho dovuto agire per impugnare quanto detto prima che scadesse il classico termine dei 30 gg. Il mio avvocato mi informò che dal marzo 2010 era obbligatorio ricorrere alla procedura di Mediazione e Conciliazione prima di ricorrere al Tribunale. Dopo due mesi la controversia si è risolta con la mia soddisfazione e, soprattutto, con l’accettazione da parte della controparte. Ho così scoperto che “conciliare” si può anche in sede civile e con il valore legale necessario per avere davvero chiuso definitivamente la controversia; per di più rapidamente, semplicemente (formalità ridotte al minimo) e con costi neppure paragonabili a quanto si sarebbe verificato in sede giudiziaria”.
La cosa mi ha tanto piacevolmente colpito – conclude Dellisanti – che a distanza di tre mesi da quella vicenda mi sono ritrovato a frequentare un corso di formazione per Mediatori professionisti presso ICAF; così oggi sono io stesso Mediatore civile professionista ……….. e ……….. cosa di meglio, alla mia età anagrafica avanzata, che mettere la mia “nuova professione” a disposizione della collettività; nel caso mio proprio di quella parrocchiale ! …. da molti anni rendevo servizio alla mia Parrocchia quale membro della Commissione affari economici, nella quale ultimamente sono entrati a far parte (grazie a Dio) forze nuove e fresche; …. insomma era giunto il momento di rendere un servizio nuovo, entusiasmante per me, ma soprattutto necessario per la comunità parrocchiale ……….. e così, da ultimo, ho scoperto che si può anche essere Mediatore professionista volontario, felice di esserlo !
Non ho la presunzione di avere inventato una nuova “patologia” in grado di diffondersi, cosa che non mi dispiacerebbe che si verificasse ……….. mi sentirei ancora più felice ! “
Tommaso Dellisanti ha infatti deciso di devolvere i suoi compensi di mediatore alla parrocchia stessa per opere di bene.
Anche il Parroco é ovviamente entusiasta del servizio. Gli abbiamo chiesto: “Come si inserisce nelle attività sociali della Parrocchia questo sportello?”

“In un contesto di servizio ai bisogni della gente del quartiere, il centro di ascolto Caritas Parrocchiale sta riorganizzandosi estendendo i servizi. Mentre potrebbe avvalersi della competenza Acli per i rapporti con l’Inps e le dichiarazioni dei redditi, uno spazio nuovo e qualitativamente importante si apre con lo sportello di mediazione. Diamo grati al collaboratore parrocchiale e mediatore civile dott. Tommaso Dellisanti, membro del Caep. La Parrocchia é lieta di ospitare anche questa attività, in spirito di servizio anche alle altre parrocchie del decanato città studi”.

Felice di questo progetto pilota anche il presidente di ICAF, dott. Ivan Giordano:

“Il progetto che ha portato all’apertura di uno sportello nella Parrocchia di Santa Maria Bianca della Misericordia, conosciuta come “Parrocchia Casoretto”, è il primo tassello di un progetto più ampio che mira a coinvolgere l’intera Curia per un’iniziativa ICAF che prevede l’apertura di sportelli di conciliazione in tutte le parrocchie milanesi.
La conciliazione è un concetto evangelico che appartiene alla nostra cultura cattolica, ancorché non appartenga ancora al tessuto culturale giuridico.
Potersi recare presso la parrocchia, ambiente familiare nel quale hanno luogo, per i cattolici, i momenti più importanti e significativi della propria vita, per confrontarsi con un mediatore professionista circa le possibili soluzioni per porre fine ad una controversia, sia un momento di riavvicinamento alla Chiesa e un servizio alla comunità parrocchiale che porta con se uno dei fondamentali insegnamenti cristiani.
Lo sportello presso la parrocchia Casoretto è l’esperienza pilota di un progetto che presto presenterò personalmente all’avvocatura della Curia”.

Comments

comments