208 Views

Chi è l’RSPP e Quali Funzioni Svolge

L’RSPP, ovvero il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, è una figura fondamentale all’interno delle aziende italiane per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro.

Questo ruolo è stato introdotto dal Decreto Legislativo 81/2008, noto anche come Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro, che definisce le competenze, le responsabilità e l’evoluzione del ruolo dell’RSPP.

Come indicato da Frareg, la figura dell’RSPP è nominato dal datore di lavoro e deve possedere specifiche competenze tecniche e organizzative per poter svolgere efficacemente il proprio compito. Le sue principali funzioni includono:

  • Valutazione dei rischi: Analizzare e identificare i rischi presenti nei luoghi di lavoro.
  • Pianificazione delle misure di prevenzione e protezione: Definire e attuare le strategie per ridurre i rischi individuati.
  • Informazione e formazione dei lavoratori: Promuovere la consapevolezza e la formazione continua dei dipendenti in materia di sicurezza.
  • Sorveglianza sanitaria: Collaborare con il medico competente per garantire il monitoraggio della salute dei lavoratori.
  • Gestione delle emergenze: Elaborare piani di emergenza e organizzare esercitazioni periodiche.

Per approfondire, è possibile consultare un articolo dettagliato sulle competenze e le responsabilità dell’RSPP qui.

Le Responsabilità dell’RSPP

Le responsabilità dell’RSPP sono molteplici e di fondamentale importanza. Oltre alla gestione dei rischi, l’RSPP deve assicurarsi che l’ambiente di lavoro sia conforme alle normative vigenti in materia di sicurezza. Questo include la redazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) e l’implementazione delle misure di sicurezza necessarie.

Un aspetto critico della responsabilità dell’RSPP riguarda il cosiddetto “danno da superlavoro”. La Corte di Cassazione ha stabilito che spetta al datore di lavoro dimostrare la tollerabilità dell’attività lavorativa per prevenire danni derivanti da un carico di lavoro eccessivo. Questa responsabilità indirettamente coinvolge anche l’RSPP, che deve vigilare affinché le condizioni di lavoro non superino i limiti di tollerabilità per i dipendenti .

Differenze tra RSPP e Manager HSE

Sebbene l’RSPP e il Manager HSE (Health, Safety and Environment) abbiano entrambi ruoli chiave nella gestione della sicurezza sul lavoro, ci sono alcune differenze fondamentali tra i due. L’RSPP si concentra principalmente sulla prevenzione e protezione dai rischi specifici all’interno dell’azienda, mentre il Manager HSE ha un ruolo più ampio che include anche la gestione ambientale e la salute, oltre alla sicurezza.

Il Manager HSE deve quindi occuparsi di:

  • Salute: Promuovere il benessere e la salute dei dipendenti, non solo in termini di prevenzione degli infortuni, ma anche di malattie professionali e stress lavoro-correlato.
  • Ambiente: Garantire che l’azienda rispetti le normative ambientali, riducendo l’impatto delle attività produttive sull’ambiente.
  • Sicurezza: Coordinare con l’RSPP per implementare le misure di sicurezza e gestione delle emergenze.

Questa differenziazione è cruciale per un’adeguata gestione della sicurezza in azienda, specialmente in contesti produttivi complessi dove gli aspetti ambientali e di salute giocano un ruolo rilevante.

Concludiamo dicendo che l’RSPP è una figura centrale per la sicurezza sul lavoro, con responsabilità che spaziano dalla valutazione dei rischi alla formazione dei dipendenti.

Tuttavia, la sicurezza sul lavoro è un ambito complesso che richiede anche il contributo di altre figure come il Manager HSE, il quale amplia il focus anche sulla salute e sull’ambiente. La collaborazione tra queste figure è essenziale per garantire un ambiente di lavoro sicuro e conforme alle normative vigenti.

Comments

comments