133 Views

La donazione in memoria è una specifica tipologia di donazione che viene fatta per ricordare e onorare una persona cara che non c’è più. Rappresenta un modo speciale per continuare a far vivere il ricordo della persona anche dopo che se n’è andata, tramite un gesto solidale prezioso e molto importante: quello che viene donato va infatti a supportare e sostenere cause e progetti benefici di organizzazioni no profit che operano per rendere il mondo un posto migliore e per aiutare popolazioni e comunità in difficoltà.

Questo generoso gesto può essere effettuato da una persona singola, da un gruppo di persone (familiari, colleghi e amici) e anche da aziende che desiderano omaggiare un dipendente che è venuto a mancare. Può essere accompagnata da alcune frasi che verranno poi inviate alla famiglia o alle persone indicate tramite pergamena o comunicazione digitale che annuncia l’avvenuta donazione. In questo articolo vogliamo fornire alcune indicazioni su come può essere scritta la lettera per la donazione in memoria di un defunto.

Come scrivere la lettera per la donazione in memoria

Se è vero che la lettera da accompagnare alla donazione in memoria di una persona cara che è venuta a mancare può essere scritta in vari modi, è altrettanto vero che ci sono alcune informazioni che non dovrebbero mancare.

Il primo dato essenziale è il mittente, così da rendere fin da subito chiaro chi ha deciso di compiere questo importante gesto. Altra informazione necessaria è il tipo di rapporto che c’era tra chi ha deciso di effettuare la donazione in memoria e la persona a cui questa è dedicata. Questa parte, soprattutto quando il legame è particolarmente stretto, può contenere anche alcune frasi di commemorazione e di ricordo del defunto, in modo da rendere la lettera più personale e significativa anche per chi la riceverà. Si può optare per mettere nero su bianco momenti preziosi condivisi, valori che la persona cara esprimeva e che la rappresentavano, gesti che ha compiuto nel corso della sua vita, ecc.

Estremamente importante è anche spiegare a quale causa è destinata la donazione in memoria, che può essere stata scelta in quanto vicina ai valori e agli interessi della persona che non c’è più oppure selezionata per l’urgenza dei progetti che porta avanti. Questo renderà ancora più concreto il gesto, dandogli valore reale anche attraverso il racconto di quali attività e progetti verranno attivamente sostenuti e finanziati. Infine, se la donazione in memoria vuole essere anche un invito a imitare e replicare il gesto, si può inserire nel dettaglio come effettuare la medesima donazione, così da spingere altre persone a farlo.

Lettera per la donazione in memoria da parte di un’Azienda

Oltre che da amici e familiari, una donazione in memoria può essere anche effettuata da parte di un’azienda per commemorare un dipendente, partner o collaboratore che è venuto a mancare. In questo caso, la lettera di accompagnamento deve essere meno personale e serve più che altro a inviare le condoglianze alla famiglia, facendo presente il gesto solidale che è stato fatto e spiegando la motivazione di questa decisione e le modalità.

Se, invece, la donazione in memoria viene attivata dai colleghi del defunto, la lettera allegata può essere informale e più sentita e serve principalmente a far sentire ai familiari la propria vicinanza e a condividere una parte di dolore comune. Può inoltre essere un mezzo per mostrare un lato diverso della persona che non c’è più e per raccontare com’era in ambito professionale, magari inserendo qualche aneddoto lavorativo divertente che può servire come sostegno in un momento particolarmente difficile.

Comments

comments