38 Views

COPERTINA(di Jessica Sabatelli) Dopo che la notizia ha fatto il giro del mondo, Kaitangata, la cittadina che cerca disperatamente abitanti, non smette la sua “disperata” ricerca di residenti.

Si tratta di un piccolo e verde villaggio, non lontano dalla costa, a sud della Nuova Zelanda. Sembra davvero una cittadina da favola: lussureggiante, rigogliosa e tranquilla, l’unica cosa che manca sono gli abitanti!

In un momento di estrema crisi del lavoro in Italia, in questo piccolo paradiso la situazione è diametralmente opposta: ci sono tantissimi impieghi disponibili, moltitudini di case da abitare e pochissimi residenti!

Gli abitanti della cittadina sono solo 800 e necessitano di forza lavoro per mandare avanti il villaggio. Per invogliare i potenziali concittadini, i “kaitangatesi” offrono un binomio allettante per ogni persona bisognosa di stabilità: un terreno e una casa al costo di circa 147.000 euro (230.000 dollari neozelandesi).

L’offerta è rivolta, in particolar modo, a tutti coloro che dalle grandi città vorrebbero ripopolare le campagne del paese – habitat davvero rigogliosi e spettacolari (non dimentichiamo che film come “Il Signore degli Anelli” sono stati girati quasi interamente in Nuova Zelanda), ricchi di una natura incontaminata e quasi del tutto estinta in Europa.

NUMERO DUENel distretto di Clutha, il sindaco Bryan Cadogan stima che i posti di lavoro vacanti nella sua zona sono circa 1000 e che i suoi residenti non riescono a soddisfare la domanda.

<< Quando ero disoccupato e avevo una famiglia da mantenere, Clutha mi ha dato una possibilità, e ora vogliamo offrire questa opportunità ad altre famiglie >>, racconta Cadogan.

Le richieste di impiego, a Clutha, riguardano principalmente il settore primario: industrie per la trasformazione lattiero-casearia e per il congelamento degli alimenti freschi.

Queste aziende hanno, addirittura, dovuto assumere dipendenti da città lontane per evitare il fallimento, pagando bus-navette che trasportassero i lavoratori a più di un’ora di strada, due volte al giorno.

Evan Dick, produttore di latte e abitante di Kaitangata, spiega ai giornalisti: << Questa è una comunità vecchio stile, non chiudiamo le nostre case, lasciamo i bambini correre liberi >>.

E poi, conclude con un appello: << Abbiamo posti di lavoro, abbiamo case, ma non abbiamo persone. Vogliamo rendere questa città vivace, vi aspettiamo a braccia aperte >>.

Per chiunque sia interessato, potete liberamente contattate il sindaco Bryan Cadogan sul suo profilo Facebook: https://www.facebook.com/Re-elect-Bryan-Cadogan-for-Clutha-District-Mayor-199737376853571/.

Sono già arrivate tantissime risposte da tutto il mondo e se ne prospettano molte altre!

Comments

comments