302 Views

Sono molteplici i fattori che guidano la scelta dei lettini da massaggio in una Spa: di fatto, alla propria clientela bisogna offrire un’esperienza wellness a tutto tondo, tra comfort e funzionalità. Lunghezza, larghezza, carico massimo sopportato, design e persino funzionalità aggiuntive: questi sono solo alcuni degli aspetti da prendere in considerazione.

Da non sottovalutare, poi, la possibilità di optare per qualcosa di diverso dalla postazione tradizionale, come per esempio il lettino massaggio elettrico, ideali in particolar modo per linfodrenaggio e massaggi cervicali.

Le caratteristiche di un lettino da massaggio

Nel momento in cui si sta valutando di acquistare dei nuovi lettini da massaggio, sono molti gli aspetti da prendere in esame, tra cui lunghezza e larghezza, poiché bisogna offrire un buon supporto a tutti i clienti. Consigliamo di prendere come punto di riferimento anche l’altezza stessa degli operatori.

I lettini da massaggio standard possono avere un carico massimo di circa 270 kg: in tal senso sarebbe sbagliato rifarsi unicamente sul fisico della clientela, poiché in gran parte dipende dal peso stesso che viene esercitato dall’operatore per il trattamento.

Uno degli aspetti più importanti è, naturalmente, il comfort. Chi prenota un massaggio in una Spa sogna di potersi rilassare, di combattere la tensione, di ritrovare il proprio benessere psicofisico.

Lettino da massaggio elettrico o manuale?

I lettini da massaggio non sono tutti uguali, ed è bene sottolinearlo, poiché ciascun modello presenta delle caratteristiche ben precise. Design, costruzione, rivestimento e tipologia vanno esaminati in modo tale da propendere per l’acquisto più indicato.

Una delle differenze principali risiede nella mobilità: troviamo lettini da massaggio fissi e pieghevoli, oppure lettini da massaggio elettrici.

Nel caso dei modelli fissi, sappiamo che sono multifunzionali e che sono ideali per creare un’atmosfera moderna, per offrire un design curato alla clientela, poiché l’occhio vuole la sua parte. In una Spa, tutto è scelto nei minimi dettagli.

Invece, per quanto riguarda quelli elettrici, sono molti i vantaggi: anzitutto, risolvono il problema dell’altezza dell’operatore, quindi si adattano in base alle esigenze. Allo stesso tempo, offrono un livello di comfort impareggiabile persino al cliente, che così può rilassarsi.

Ci sono anche dei modelli di lettino da massaggio elettrico riscaldato, che non solo garantiscono un’esperienza wellness a 360°, ma rendono il trattamento ancor più comodo, così da consentire a chi sottopone al trattamento di dimenticare (e sciogliere) qualsiasi tensione.

La qualità al primo posto

Al di là delle caratteristiche e dei principali modelli e tipologie, ricordiamo che la qualità deve sempre essere messa al primo posto. Ciò riguarda anche i materiali del lettino, perché, per motivi igienico-sanitarie, devono presentare delle proprietà specifiche, ovvero ignifugo, antibatterico e antimicotico.

Non è solo una questione di estetica o design, ma di offrire al cliente un trattamento di benessere completo.

In ogni caso, tra i materiali troviamo la pelle per la finitura, molto diffusa in quanto resistente e facile da pulire; per la struttura, invece, ci sono modelli in legno o alluminio. Anche in questo caso il criterio principale da prendere come riferimento è la qualità: un lettino non può essere in alcun modo scadente.

Comments

comments