33 Views

cover_redring_ep_knockoutArriva dalle Marche, il nuovo sound rock rigorosamente in inglese ma dall’animo decisamente italiano. Infatti, dopo l’esordio del 2009 con l’EP in italiano “Senza Tempo”, i Red Ring (ex Last Minute) tornano con “Knock out”, un Ep di sei tracce all’insegna del rock.

Anticipato dall’accattivante ballad “You break down my soul”, Knock Out, pubblicato il 22 aprile 2015, è disponibile in tutti gli store digitali (iTunes, Google Play, Amazon, ecc.).

Il nuovissimo EP è stato già presentato dalla band in occasione del Release Party di Ostra (AN), e durante le finali marchigiane di Rock Targato Italia, di cui i Red Ring sono stati ospiti.

 La band si compone di: Elisa Goffi (voce); Edoardo Sdruccioli (basso e cori); Juri Cucchi (batteria); Davide Landi (chitarra ritmica); Giacomo Lanari (chitarra solista).

Dopo una gavetta che li ha visti premiati dal concorso romano “Sapori d’autore”, dal “Maccheroni Rocking Contest” organizzato dal comune di Fano e vincendo due ulteriori Premi città di Loreto, i Red Ring hanno avuto l’opportunità di esibirsi sullo stesso palco dei Nomadi, in apertura del loro concerto prima di lanciare il nuovo travolgente EP, con questa tracklist:

  1. You break down my soul

  2. I’m waiting for your eyes

  3. I have to make love

  4. Dear friend

  5. Look at me

  6. Mad world

cover_redring_youbreakdownmysoul
L’EP si apre con il singolo You break down my soul, una ballad rock dal gusto melodico contagioso, che strizza l’occhio alle ritmiche degli Aerosmith, con robusti riff di chitarra ma soprattutto con la voce di Elisa Goffi
in gran spolvero.

Il ritmo si rallenta, e di molto, con la successiva I’m waiting for your eyes, un brano in cui la voce di Elisa è quasi sussurrata accompagnata dal rullo di Juri Cucchi, per poi deflagrare in una potente esplosione rock nell’ultima parte.

Anche I have to make love parte piano (con una chitarra graffiante) ma il pezzo poi prende subito la piega di un vibrante brano rock con passaggi veloci di chitarra e una batteria incalzante che porta ad un lungo bridge strumentale prima dell’urlato refrain a chiudere il pezzo.

Dear Friend è un brano molto intenso e sentito, una sorta di dialogo con un amico a cui si vogliono rivelare i propri sentimenti, ovviamente in modo rock.

In Look At Me, i ritmi si addolciscono, le chitarre si fanno meno aggressive ed il brano gira più verso il pop, con un ritornello orecchiabile, perfetto per le esibizioni live della band.

foto_redringSi chiude con Mad World, una spettacolare cover in chiave rock del classico dei Tears For Fears, che perde un pò della malinconia dell’originale ma guadagna in energia e carica con ancora la voce di Elisa come protagonista.

L’EP rispecchia, oltre l’anima rock della band, anche la forte propensione all’esperienza live, figlia di intense esibizioni live in locali, sagre, feste cittadine e piazze delle Marche e delle altre regioni centrali, dove i Red Ring si sono fatti le ossa, riscuotendo un grande successo di pubblico con la proposta dei loro inediti e di altri brani del rock classico o del pop internazionale rivisitati nel loro unico stile.

In attesa di un album più completo, con cui apprezzare appieno, il rock dei Red Ring, Knock Out si propone come uno delle più interessanti uscite del momento nell’ambito dell’indie rock italiano, un EP da ascoltare ed assaporare momento dopo momento.

Giudizio: 7/10

Da Scaricare: You break down my soul e Mad world

(Andrea Dasso)

Comments

comments