138 Views

Si è conclusa da pochissimo una delle manifestazioni più importanti per la cultura pop in Italia ovvero il Lucca Comics & Games. Dire che ce n’è per tutti i gusti è dire veramente poco tanto che la manifestazione raccoglie appassionati di moltissimi campi: dai Cosplayers ai gamers ,

dagli amanti dei giochi da tavolo agli appassionati di modellismo e action figure, e così via.

Ho avuto modo di visitare la manifestazione durante le giornate di sabato e domenica e assieme a Jionathan Vernengo (game designer) abbiamo registrato un piccolo “video diario semiserio” dove vedrete alcuni degli eventi a cui abbiamo preso parte e dei padiglioni che abbiamo avuto modo di visitare. Personalmente sono una grande appassionata di cultura pop e le due giornate sono veramente volate in un momento, l’unico neo negativo è stata la pioggia che ci ha bagnato sopratutto durante la giornata di sabato mentre domenica ha avuto maggiore clemenza, facendo qualche goccia nel pomeriggio.

Tra i vari incontri proposti ho avuto modo di parteciparne a due ovvero quello con la scrittrice Christelle Dabos che dopo la sua celebre opera L’Attraversaspecchi composta da 4 volumi (in Francia è stata classificata come la nuova J.K. Rowling) ha parlato delle sue prossime avventure letterarie. Un personaggio con una grande personalità e sopratutto una grande vena creativa, provenendo da una famiglia di musicisti classici è sempre stata immersa nella dimensione artistica arrivando pian piano alla scrittura e raggiungendo la sua fama attuale. Il suo target prediletto sono gli adolescenti, la scrittrice stessa si considera ancora parte di quella fascia, un momento della vita dove la curiosità e la voglia di scoprire sono all’apice. La Dabos si è raccontata senza filtri, ha parlato anche del suo rapporto a volte conflittuale con il mondo dei social che la porta spesso a praticare “il sottomarino” ovvero un periodo dove si scollega dal web per riprendere il contatto con il mondo quotidiano e una volta pronta riprende la sua “esplorazione” nel web.

Il secondo incontro importante durante la giornata di sabato è stato quello con l’attore e non solo Maccio Capatonda, che ha scelto il Lucca Comics per presentare il suo nuovo film “Il migliore dei mondi” che sarà disponibile su Amazon Prime a partire dal 17 Novembre. L’incontro con Capatonda si è svolto all’interno del Cinema Astra dopo un Red Carpet di fronte al prestigioso Teatro del Giglio. L’attore e regista è stato disponibilissimo con il pubblico e arguto come sempre nel presentare la sua nuova opera con un talk intervallato da clip inedite del film.

Le due giornate sono poi “volate” tra visite ai padiglioni e devo dire che la qualità delle opere e dei contenuti all’interno di questi erano veramente di ottimo livello. Iniziando con i videogames ho avuto modo di visitare i padiglioni di : Nintendo dove si potevano provare diversi giochi tra cui Splatoon 3, Sega dove vi era il nuovo gioco di Sonic (molto bella la dinamica multiplayer) e Bandai-Namco dove ho provato in anteprima (uscirà a Gennaio 2024) il nuovo Tekken 8, anche qui un gioco che strizza l’occhio a quella generazione come me appartenente agli anni ’90 che è cresciuta con quell’iconica serie ma che con questo nuovo capitolo si propone anche come un prodotto valido per conquistare nuovi adepti ed appassionati.

Netflix ha portato al Lucca Comics due padiglioni molto interessanti, un’esperienza dedicata alla popolare serie Squid Game e un padiglione più grande organizzato come un’enorme escape room dove si trovavano diverse stanze dedicate alle serie più celebri e in voga del momento come: Mercoledì, la casa di Carta, One Piece, etc…

Altri padiglioni molto interessanti sono stati quelli dedicati alle varie case editrici sia di manga che di comics che hanno portato delle installazioni, giochi e postazioni fotografiche molto carine e con un buon livello di intrattenimento per i visitatori che erano veramente appartenenti ad ogni fascia di età.

Una fiera quindi variegata, un buonissimo livello di varietà dove è pressappoco impossibile non trovare qualcosa di proprio gradimento.

E che dire, ci auguriamo che l’edizione 2024 sia altrettanto sorprendente e varia.

Messua Mazzetto

LINK AL VIDEO: https://youtu.be/rujEuYDyzBk

Comments

comments