Queste caratteristiche del settore tecnologico rendono difficile misurare la concorrenza. Secondo alcuni parametri, la concorrenza è scarsa. Per altri, la concorrenza è forte. Alcune aziende tecnologiche tendono ad essere molto diverse tra loro nel complesso, ma possono competere vigorosamente in diverse categorie di prodotti o servizi. Ad esempio, Android ha di gran lunga la base di installazione complessiva più grande, ma Apple sembra possedere il mercato ad alto reddito. Questo potrebbe essere il motivo per cui le entrate medie delle app sono state molto più alte su iOS. Questa sfumatura significa che esiste una concorrenza molto più forte per gli sviluppatori di app di quanto ci si aspetterebbe guardando esclusivamente alle condivisioni delle installazioni di sistemi operativi mobili.

Le nuove aziende si ritagliano mercati di successo

Le nuove aziende sono state anche in grado di ritagliarsi mercati di successo e sfidare le aziende tecnologiche consolidate in categorie specifiche. The Atlantic ha definito TikTok la più grande star del VidCon di YouTube, e forse per una buona ragione. È la terza app più installata al mondo. In effetti, è stato TikTok a regalarci il più grande successo dell’estate: Old Town Road di Lil Nas X. La canzone è stata originariamente pubblicata in modo indipendente e ha guadagnato la sua popolarità su TikTok. Ciò ha portato a un accordo con la Columbia Records, e ora il singolo sta dominando il mondo.

Apple, Google e Microsoft: come si assestano i colossi della tecnologia

Altre giovani aziende stanno portando una concorrenza agguerrita per restringere i prodotti che generalmente possono essere visti come caratteristiche nelle offerte di altre aziende. Dropbox, ad esempio, è una società di backup cloud e condivisione di file di successo. Esistono servizi di cloud storage forniti da Apple, Google e Microsoft come parte di altri prodotti, eppure Dropbox è comunque riuscita a raddoppiare le sue entrate a $ 1,2 miliardi dal 2015 al 2018. Anche Slack sta andando bene fornendo quella che è essenzialmente solo una piattaforma di messaggistica, qualcosa che è stato offerto come parte di altri servizi da AOL Instant Messenger. Ma Slack si è concentrato su una nuova esperienza, fornendo il modo più semplice e facile per i team di collaborare e impegnarsi in chat ad alto volume. Microsoft ha fatto una forte spinta per competere unendo il suo servizio di messaggistica con Office 365, ma il CEO di Slack Stewart Butterfield ha affermato di non essere preoccupato e ha paragonato lo sforzo a Bing o Google+.

La tecnologia non mostra i sintomi tipici dei monopoli

C’è un altro problema nel considerare le grandi tecnologie come semplici monopolisti. I monopolisti sono generalmente noti per la loro pigrizia, è uno dei principali danni ai consumatori che le leggi antitrust cercano di proteggere. La loro qualità diminuisce, i loro prezzi aumentano e innovano meno. C’è pochissima motivazione per un’azienda a sviluppare e rilasciare un nuovo prodotto quando i consumatori non hanno altra scelta che acquistare il loro prodotto attuale.Tuttavia, i maggiori spendaccioni in ricerca e sviluppo in tutto il mondo sono aziende tecnologiche abbastanza consistenti. Amazon e Alphabet sono in cima alla lista con Apple, Microsoft e Facebook non molto indietro. Inoltre, molte di queste aziende hanno aumentato notevolmente la spesa in ricerca e sviluppo dal 2017 al 2018. La spesa in ricerca e sviluppo di Amazon è passata da $ 16,1 miliardi a $ 22,6 miliardi e quella di Facebook da $ 5,9 miliardi a $ 7,8 miliardi. Quindi, se queste aziende non affrontano concorrenza, quanto spendono per anticipare? Amazon e Google sono anche i marchi più amati del 2019, il che non sembra indicare che stiano lesinando sulla qualità o praticando prezzi esorbitanti. Michael Mandel del Progressive Policy Institute ha scoperto che la tecnologia sembrava avere prestazioni migliori del resto del settore privato su alcuni fattori competitivi.

Considerazioni finali

Cosa ci dicono questi dati? Una risposta potrebbe essere che la grande tecnologia ha paura di essere sostituita dalla prossima grande novità. Le nuove tecnologie possono conquistare i mercati in modi difficili da prevedere e il processo di innovazione di solito porta ai mercati nuovi prodotti e servizi dirompenti. Gli assistenti vocali, ad esempio, potrebbero sostituire molte ricerche che i consumatori normalmente farebbero tramite la barra di ricerca. O forse no, e sarà una tecnologia diversa di cui gli operatori storici dovranno preoccuparsi. Potrebbe anche essere qualcosa che sembra uscito dalla fantascienza, come la società di Elon Musk che promette di costruire interfacce dirette computer-cervello.

La BBC scrive di un altro concorrente in ascesa: le applicazioni. Come abbiamo potuto constatare già da qualche tempo attraverso l’utilizzo che viene fatto per le app di gioco dei casino online sicuri molte aziende stanno creando app con nuovi modi di interagire con i dati, come la funzione di scorrimento di Tinder o il motore di consigli di Netflix. Aziende come Uber e Lyft utilizzano i propri algoritmi per abbinare conducenti e motociclisti. Queste applicazioni consentono l’accesso diretto alle informazioni e possono essere utilizzate senza l’assistenza di altre piattaforme Internet come Ricerca Google, il che significa che sono necessarie meno ricerche nella barra di ricerca.Forse il motivo principale per cui la grande tecnologia sembra così imbattibile è che continuano a competere sulla base della paura di essere sostituiti nello stesso modo in cui hanno spodestato altre aziende per arrivare dove sono ora. Che siano reali o immaginarie, avere aziende che competono per rimanere dove sono non è una cosa negativa per i consumatori finché non impediscono alle nuove aziende di avere la possibilità di provare a conquistare il mercato.

Comments

comments