16 Views

Dopo l’amichevole casalina contro il Novara il Milan è volato verso gli Stati Uniti per partecipare alla International Champions Cup, manifestazione che raccoglie i più blasonati club del mondo.

La tournee statunitense, cominciata lo scorso 22 luglio, è stata lanciata sui social con l’hashtag #DevilsInUSA, in modo tale che tutti i tifosi rossoneri possano seguire in mobilità e in qualunque momento i video e foto della squadra impegnata nella competizione.

Tre amichevoli di lusso per testare la preparazione della rosa

Fino al prossimo 5 di agosto il Diavolo sarà protagonista di tre partite dal sapore internazionale, in cui Mister Gattuso testerà le ambizioni dei propri giocatori e avrà modo di sperimentare nuovi impianti di gioco.

La prima delle tre sfide ha già avuto luogo a Los Angeles lo scorso 25 luglio e ha visto come avversario il Manchester United di Josè Mourinho, che nonostante le assenze di alcune stelle – come ad esempio il neo-campione del mondo Pogba – ha comunque messo in campo un altissimo tasso tecnico.

Una sconfitta ai rigori che non mina l’entusiasmo

La gara dei rossoneri però non è stata da meno, con Gattuso che si è detto abbastanza soddisfatto della prestazione dei giocatori durante i novanta minuti, durante i quali si è messo in mostra ancora una volta l’esterno spagnolo Suso, autore al 15’ del gol che ha rimesso in equilibrio il match dopo il vantaggio britannico firmato al minuto 12 da Sanchez.

Tra i protagonisti positivi della sfida anche Bonucci, che nonostante e vicende di mercato che lo riguardano ha indossato la fascia di capitano al braccio, e Pepe Reina, molto impegnato nei tiri dagli 11 metri che hanno decretato il successo dello United per 9 a 8.

La sconfitta rimediata dopo la serie di rigori a oltranza non ha però minato la grinta e lo spirito di squadra degli uomini di Gattuso, il quale in conferenza stampa ha sottolineato la buona prestazione dell’organico e il lavoro che alcuni singoli – tra i quali lo stesso Suso – stanno svolgendo con lui per modificare gli schemi d’attacco.

“Mi aspettavo qualcosa di meno” – ha dichiarato l’allenatore rossonero, “sono contento della prestazione. Mi è piaciuta la mentalità dei giovani, abbiamo iniziato a giocare spesso dal basso. Sono molto soddisfatto. Mi è piaciuto quasi tutto. Allo United mancavano diversi giocatori importanti, ma noi siamo giovani, dobbiamo continuare così.”

Contro il Tottenham tornano i reduci dal mondiale di Russia

Dichiarazioni che sembrano suonare la carica alla vigilia di un altro grande match, ossia quello contro il Tottenham – privo dell’uragano Harry Kane, capocannoniere degli scorsi mondiali di calcio in Russia, e di Dele Alli, altra grande stella di questa formazione britannica – che si terrà il 31 luglio presso lo U.S. Bank Stadium di Minneapolis, nel Minnesota.

Tra le fila del Milan rientreranno i nazionali André Silva, Ricardo Rodriguez e il colombiano Cristian Zapata, anche se in vista non sembrano esserci particolari stravolgimenti tecnici. Probabile tuttavia l’impiego del turco Calhanoglu largo a sinistra, così come l’assenza di Bonucci nel caso si formalizzi il suo ritorno alla Juventus.

Ultima amichevole di lusso in terra americana sarà invece quella contro il Barcellona, prevista per sabato 4 agosto e che si disputerà al Levi’s Stadium di Santa Clara, in California.

Comments

comments