46 Views

Lo sviluppo di app può essere un’attività gratificante ed entusiasmante, tuttavia comporta anche alcune sfide. Mentre iOS App Store e Google Play per la tecnologia Samsung sono potenti piattaforme in cui gli sviluppatori possono trovare un accesso immediato e senza interruzioni a un numero incredibile di clienti, lo sviluppo delle app presenta ancora diverse barriere all’entrata. La principale tra queste, sono le questioni legali che riguardano anche altri tipi di imprese. Ecco alcuni dei problemi che affliggono gli sviluppatori di app nel panorama legale odierno.

Proprietà intellettuale

Le idee generali o i componenti di progettazione vengono facilmente violati data la natura di alcuni sistemi di app aperti. Le app possono anche essere clonate nella loro interezza, consentendo ai trasgressori di distribuire o rendere disponibile una copia esatta da scaricare al pubblico. Ad esempio, un’app per siti di incontri in Italia può essere piratata in modo simile alla versione originale, che è quasi impossibile per chiunque, tranne lo sviluppatore, determinare quale versione sia autentica.

Un software come un’applicazione avrà diversi diritti di proprietà intellettuale, tra cui la sua interfaccia, il layout e il design. Per gli sviluppatori di app, è fondamentale riconoscere e proteggere questi diritti. Il copyright esisterà automaticamente al momento della creazione del software per l’app. Ciò include alcuni componenti dell’app, tra cui il codice sorgente, il codice oggetto e anche la grafica, il font, il testo e la musica. Nella maggior parte dei paesi, la legge non richiede che lo sviluppatore dell’app prenda alcuna iniziativa formale per beneficiare della protezione offerta dalle leggi sul copyright.

Marchi

A differenza del copyright, i marchi richiedono una registrazione formale prima che lo sviluppatore dell’app possa beneficiare della protezione della legge. Uno sviluppatore è tenuto a condurre ricerche complete prima di poter adottare legalmente qualsiasi marchio, compresi slogan, loghi o nomi. Ciò garantirà che il marchio che sta progettando di utilizzare sia effettivamente disponibile per il suo uso e che non violi alcuna protezione del marchio esistente. A meno che ciò non venga fatto, gli sviluppatori di app dovranno preoccuparsi di dover rebranding in futuro in caso di violazione di un reclamo contro la loro creazione.

Se l’app è resa disponibile in più paesi, gli sviluppatori di app dovrebbero anche adottare una strategia di protezione del marchio internazionale. Ciò implica la protezione del marchio in più giurisdizioni in cui l’app sarà o potrebbe essere resa disponibile in futuro. Ciò consentirà loro di proteggere la loro creazione da possibili trasgressori con sede in paesi stranieri nei quali la protezione dei marchi potrebbe non essere applicabile. Un segno di marchio, ®, dovrebbe essere ben visibile per informare il pubblico che un marchio è stato registrato e, quindi, scoraggiare potenziali trasgressori dalla copia di un’app.

Formazione di entità

Lo sviluppatore dell’app deve sapere quale veicolo di trading funzionerà meglio per gestire la propria attività. Ci sono tre possibili scelte: come unico operatore, lo sviluppatore dell’app e l’azienda sono effettivamente la stessa persona. Ciò significa che lo sviluppatore dell’app sarà personalmente ritenuto responsabile per qualsiasi debito che l’azienda potrebbe sostenere. Qualsiasi profitto sarà anche classificato come reddito personale, anche quando non sono stati depositati nel conto bancario personale dello sviluppatore.

Come una partnership, c’è più di un proprietario del business. Se lo sviluppatore dell’app sceglie di trovare un partner, entrambi avranno una percentuale concordata degli utili e delle passività. Possono anche scegliere di assumere responsabilità limitata, se sono incorporati come società a responsabilità limitata. In quanto società o azienda, l’imprenditore e la sua attività sono regolati dalle leggi in vigore nel suo paese, nonché dallo statuto o dall’atto costitutivo della società. Le azioni della società possono essere vendute per raccogliere fondi per la società. Gli azionisti ricevono inoltre una percentuale degli utili della società ogni anno.

Gli esperti legali raccomandano sempre di limitare la responsabilità personale di una persona durante la creazione di un’impresa. Questo è il motivo per cui una LLC o società a responsabilità limitata viene spesso utilizzata dagli sviluppatori di applicazioni stagionati. A meno che l’azienda non sia incorporata come LLC, le risorse personali dello sviluppatore dell’app, inclusi i suoi conti di casa, auto e conti bancari, sono a rischio nella liquidazione del debito aziendale. Ai sensi di una LLC, quando l’impresa viene citato in giudizio, solo i beni aziendali possono essere sequestrati in un giudizio o una transazione. Una LLC è anche il veicolo standard per raccogliere capitali dagli investitori, siano essi amici e familiari o investitori professionali.

Riservatezza

La riservatezza è uno dei problemi più discussi quando si tratta di sviluppo di app e anche in altre industrie tecnologiche. A causa della natura del settore, molti sviluppatori di app sono riluttanti a condividere apertamente le loro idee o esporre la loro creazione a una possibile concorrenza. Il modo più comune per garantire la riservatezza è chiedere ad altre parti di firmare una NDA o un accordo di non divulgazione. Una NDA proteggerà qualsiasi informazione riservata che abbia un valore economico, specialmente quando lo sviluppatore ha a che fare con parti esterne che potrebbero dover essere a conoscenza di tali informazioni.

Uno sviluppatore di applicazioni dovrebbe richiedere una NDA prima di iniziare le trattative con altri sviluppatori, designer, copywriter, ecc. Con cui si sta valutando di lavorare. La NDA li renderà responsabili nel caso in cui divulgino informazioni sensibili relative al progetto. Sebbene una NDA in realtà non impedisca a nessuno di rubare o condividere un’idea o un’idea di uno sviluppatore di app, serve come prova che ha intrapreso i passi necessari per proteggere le informazioni riservate e scoraggiare altre parti dal fare qualcosa di negativo con le informazioni che erano in grado di guadagno.

Privacy

La privacy è un problema significativo, soprattutto per le app mobili che potrebbero essere utilizzate dai bambini. Se l’app mobile raccoglie informazioni personali identificabili, lo sviluppatore dell’app potrebbe essere esposto al rischio di violazione delle leggi sulla privacy. In effetti, molte aziende e sviluppatori hanno dovuto pagare sanzioni considerevoli perché non hanno rispettato i requisiti stabiliti dalla legislazione sulla privacy pertinente. Lo sviluppatore dell’app deve includere una politica sulla privacy nella scheda dello store e nell’app stessa, se sta raccogliendo dati utente. Questa informativa sulla privacy dovrebbe informare gli utenti su quali dati l’app sta raccogliendo e per quali scopi verrà utilizzata.

Comments

comments