Gli ultimi 2 anni sono stati molto significativi per l’adozione di nuove tecnologie da parte delle imprese italiane. La spinta della pandemia ha fatto sì che nuovi paradigmi operativi, organizzativi e comunicativi emergessero con decisione e in questo nuovo contesto l’innovazione ha premiato chi ha saputo adattarsi al cambiamento. Ad esempio, mai come adesso il ricorso al lavoro da remoto e ai meeting online è stato così rilevante.

Al contrario, chi non è riuscito ad essere al passo con i tempi è rimasto tagliato fuori dal mercato.

Anche i seminari, qualche anno fa in voga, sono stati sostituiti per necessità dai cosiddetti webinar, ovvero dei seminari tenuti online attraverso l’utilizzo di diverse piattaforme.

Per saperne di più sui webinar online e comprendere meglio in cosa differiscono dai seminari in presenza, bisogna prima partire dagli errori più comuni da evitare.

Webinar professionale: quali sono gli errori da evitare

Di seguito riportiamo cinque errori che vengono fatti comunemente, soprattutto da chi considera il webinar un semplice sostituto del seminario. Spesso è la leggerezza con la quale si affronta il webinar stesso a rappresentare un ostacolo per la sua riuscita: molti infatti, in ragione della mancata compresenza e dell’esistenza di elementi tecnologici che funzionano da “filtro” per il relatore (es. interfaccia o presentazione multischermo), sono convinti che si tratti di un evento meno impegnativo e più semplice da gestire.
A seguire gli errori più comuni:

1. Modo di porsi rispetto all’argomento

L’argomento o gli argomenti trattati in un webinar sono quasi sempre specifici e precisi. Ciò significa che è fondamentale che il relatore del webinar sia ferrato sulla materia in oggetto. Questo non si riflette solo nella capacità di spiegare i contenuti del webinar in modo chiaro e preciso, ma anche nell’abilità di rispondere prontamente e in modo corretto alle domande che vengono poste da parte degli utenti. Un relatore tentennante o che si contraddice durante la durata dell’incontro sminuirà il valore del webinar.

2. Dotarsi di un’infrastruttura valida

È necessario assicurarsi che l’audio e il video siano di buona qualità, servendosi di una buona webcam e di un microfono che permetta la riduzione del rumore per avere un audio pulito. Occorre poi essere al corrente di tutte le funzioni utili disponibili sulla piattaforma utilizzata, per esempio la condivisione schermo per mostrare delle slide.

3. Essere coerenti

Il webinar deve trattare esclusivamente il topic proposto nel programma, con il giusto spazio da riservare ad argomenti correlati. Un bravo relatore non si lascia trasportare e riesce a mantenere il discorso sui giusti binari.

4. Evitare di leggere durante la seduta

Non è buona norma leggere – almeno farlo in modo palese – durante il webinar online. È giusto seguire le slide, ma queste serviranno agli utenti per orientarsi meglio. La cosa migliore è spiegare a proprie parole il contenuto delle stesse.

5. Il dress code

Talvolta si pensa che, essendoci una partecipazione principalmente da casa, il webinar sia un evento informale, ma la maggior parte delle volte non è così. È bene utilizzare lo stesso dress code che si utilizzerebbe in un evento in presenza: il vestiario, infatti, può infondere professionalità e sicurezza in chi ascolta.

Comments

comments