9 Views

“Come al solito questi professori se la cantano e se la suonano da soli, ignorando completamente il Paese reale. Quando la badessa Fornero afferma che ‘il governo ha salvato l’Italia e ora tocca alle imprese’ evidentemente non si rende conto che, con Monti al governo, la crisi per le aziende medio-piccole, vale a dire per il 95% dell’economia italiana, è diventata ancora più pesante”.

E’ quanto dichiara in una nota il responsabile lavoro e welfare dell’Italia dei Valori, Maurizio Zipponi, commentando l’intervista del ministro Fornero al quotidiano La Stampa. “In materia di crescita e sviluppo questo governo, con un’operazione tutta ideologica, ha demolito l’articolo 18 e varato una controriforma del lavoro che non serve né alle imprese né ai lavoratori. L’unico risultato prodotto, infatti, è stato quello di bloccare totalmente gli investimenti sulla ricerca e sull’innovazione, aumentando a dismisura i fallimenti, le sofferenze finanziarie e gli indebitamenti delle aziende”. Zipponi prosegue: “Da quando Monti è al governo tutti i principali fattori economici sono rimasti inalterati. Inoltre, questi professori hanno aumentato le tasse, impoverito le buste paga, demolito l’articolo 18 e creato il dramma degli esodati. Di fronte ad una crisi come quella che sta affliggendo l’Italia erano necessarie misure anti-cicliche. Monti, invece, ha fatto esplodere ulteriormente la crisi, danneggiando il Paese, le imprese e i lavoratori. Per questo, il suo governo va mandato a casa il prima possibile”.

Comments

comments