27 Views

forieri2Replicare l’ottima performance messa in atto sull’asfalto del Rally delle Colline Metallifere di metà agosto e centrare una nuova “top ten”. E’ con questi presupposti che Emanuel Forieri, pilota di Follonica, sarà chiamato ad affrontare i chilometri del Rally “Trofeo Maremma” in programma questo fine settimana nelle strade “di casa”.

Per l’imprenditore follonichese si tratta di un gradito ritorno tra le curve che hanno reso celebre la gara, tornata a recitare un ruolo di primo piano nel panorama rallistico regionale grazie all’impegno della scuderia cittadina Maremmacorse 2.0, entourage di cui proprio Forieri è un esponente. Al volante della Renault Clio Super1600 messa a disposizione da Autofficina Ulivieri, la stessa utilizzata nell’ultimo impegno conciso con il raggiungimento della settima piazza assoluta finale, Emanuel Forieri cercherà di ritagliarsi un ruolo di primo piano in una cornice di alto contenuto qualitativo. Al suo fianco siederà il copilota Marco Lupi, compartecipe degli ultimi due risultati utili.

Essere parte integrante del Trofeo Maremma, una gara che ha fatto la storia del rallismo grossetano e che vanta un blasone a livello internazionale, è decisamente appagante – il commento di Forieri a pochi giorni dal via – una gara che anche io, parte del comitato organizzatore, ho voluto fortemente e che voglio onorare al meglio. Non sarà facile perché i diretti avversari sono veri e propri riferimenti della categoria”.

Oltre a Forieri, ci saranno altri 82 iscritti al Trofeo Maremma che confermano il successo di adesioni per il Trofeo, presa in carico dopo un anno di stop e tenuta in calendario come rally nazionale non titolato.

 Il Trofeo Maremma torna, così, con nuovi stimoli e nuovi presupposti di crescita e lo fa dai ben 83 iscritti, suddivisi in 63 vetture moderne, 3 storiche e 17 per la “parata”, che partirà in coda, proponendo vetture di interesse storico e sportivo (che non competeranno ma faranno passerella). Numeri che decretano il pieno successo del nuovo corso della gara, pronta a farsi nuovamente spazio nel contesto toscano e nazionale delle corse su strada.

Una gara che ha anche rivisto un forte interesse da parte del tessuto sportivo maremmano e soprattutto dalle Amministrazioni locali con le quali vi sono intenti comuni per utilizzarla  come veicolo di promozione oltre che utile come ricaduta economica sul territorio.

 

Comments

comments