fassina«Il 4 luglio, al tetaro Palladium (a Garbatella, Roma) insieme a Monica, a Pippo Civati, Sergio Cofferati, Luca Pastorino e accanto a uomini e donne che hanno lasaciato il Partito Democratico, che sono stati fondatori, iscrirtti, militanti, dirigenti del partito e che ora si sentono abbandonati, ci ritroveremo per avviare un percorso politico sui territori». Così Stefano Fassina in conferenza stampa alla Camera.

Un percorso politico “plurale, che possa raccogliere quelle tante energie che in questi mesi sono andate all’astensionismo, sono rimaste a casa, si sono demotivate- dice Fassina- vorremo provare a ricoinvolgerle per una sinistra che sia sinistra di governo ma con un’agenda alternativa”.

Ora «dobbiamo spezzare questo nesso che sembra d’acciaio tra la sinistra di governo e la subalternita’ sul piano neoliberista- dice Fassina- ci puo’ essere una sinistra di governo che rompe la gabbia del neoliberismo e da’ risposte che funzionano, perche’ quelle che abbiamo dato in questi anni non solo in Italia sono inque e non funzionano, aggravano i problemi».

Con questo spirito «costruttivo, inteso in senso di costruzione di un percorso, lasciamo il Pd», aggiunge Fassina.

Nella sala stampa della Camera ci sono Nicola Fratoianni e Pippo Civati, «con Sel a partire dalle prossime settimane interecceremo percorsi, sia per iniziative parlamentari sia sui territori”, dice Fassina, perche’ “bisogna che affluenti diversi arrivino a un fiume comune che possa riportare tanti uomini e donne che a sinistra si sentono e sono rassegnati a un protagonismo politico di cui abbiamo disperatemente bisogno».

Poi via twitter il coordinatore di Sel Fratoianni ha ribadito: “Stefano Fassina lascia il Pd. Ora con lui, Civati e molti altri, al lavoro per un nuovo soggetto politico di sinistra”.

Comments

comments