85 Views

Il futuro è green. La salvaguardia del Pianeta e dell’ambiente in cui viviamo è diventata una priorità non più rinviabile e imprescindibile per poter continuare la nostra esistenza. Bisogna modificare le nostre abitudini, in tutti i settori, dal lavoro a all’alimentazione, fino ad arrivare alle automobili che acquistiamo. Non è un caso che al giorno d’oggi le vecchie auto ad alimentazione diesel e benzina stiano lasciando gradualmente il passo a quelle ibride o full electric. Ebbene, nonostante il dato in controtendenza in Italia, è notizia recente che nel solo mese di maggio vi sia stato a livello europeo un vero e proprio boom di vendite per le auto a batteria. Con sé è cresciuto anche tutto il comparto dell’automotive, che è in ripresa dopo un triennio abbastanza complicato.

Auto elettriche: oltre 170mila vendute. Tesla in testa

Le immatricolazioni totali di maggio, infatti, sono state oltre un milione e centomila, con una crescita del 18% rispetto ai dati fatti registrare nel medesimo mese del 2023. Ebbene, il 15% di tali immatricolazioni sono state di auto elettriche, che hanno sfiorato le 170mila unità vendute secondo le indagini portate avanti sul campo dalla britannica Jato Dynamics. A prevalere in questa speciale classifica è ancora una volta Tesla, in particolar modo con il suo Model Y, che è risultato essere il più venduto in Europa da gennaio ad oggi. Molto bene anche la Volkswagen ID.4 e la MG4, rispettivamente al secondo e terzo posto. In generale, però, il colosso di Elon Musk sembra irraggiungibile, dato che anche altri modelli, oltre alla Tesla Model Y, sono piuttosto acquistati da chi sogna di poter rispettare l’ambiente senza rinunciare ad una macchina performante. Tra le non elettriche, invece, scala la classifica la Dacia Sandero, con quasi 22 mila unità vendute, 200 in più rispetto alla Tesla Model Y, seconda nella graduatoria comprendente anche veicoli non elettrici.

Auto elettrica: come scegliere il modello più adatto

Certo è che il prezzo delle auto elettriche è ancora molto elevato rispetto alle reali potenzialità di acquisto della gran fetta di acquirenti europei. Per questo ancora in molti non hanno iniziato ad abbandonare le proprie autovetture a motorizzazione tradizionale. Però quello dei veicoli elettrici è un investimento che è consigliabile fare al più presto. In caso di assenza di liquidità necessaria, poi, è possibile anche ricorrere a un finanziamento presso finanziarie come ad esempio Younited Credit, che offre varie soluzioni di prestito online. Questo renderà possibile comprare la macchina elettrica del futuro. Sì, ma quale? Perché di modelli ce ne sono sempre di più e la scelta si sta facendo piuttosto difficile. Ecco, quindi, alcuni consigli per scegliere il veicolo green più adatto alle proprie esigenze. 

A partire da quello più banale: acquistare la macchina che più piace. Perché, prima di tutto, l’auto deve soddisfare i requisiti estetici, funzionali e di performance di chi la vuole comprare. Altro aspetto, poi, è quello dell’autonomia dell’auto elettrica. In questi casi, specialmente se non si effettuano continuamente viaggi lunghi, è bene scegliere modelli che garantiscano un’autonomia in marcia sufficiente ma non troppo elevata, così da non avere pacchi batteria troppo grandi. A tal proposito è bene calcolare la media dei chilometri percorsi giornalmente e dove sono ubicate le colonnine di ricarica presso le quali ricaricheremo la macchina più di frequente, per esempio casa e lavoro. Quindi, se la media dovesse essere di 60 km, non conviene puntare su macchine elettriche che abbiano un’autonomia di oltre 500 km, così da poter risparmiare qualcosa al momento dell’acquisto. Infine, è sempre un’ottima scelta poter acquistare un’auto che abbia una batteria che non superi i 64 kWh e che garantisca consumi inferiori ai 16 kWh per ogni 100 chilometri. Questo consentirà di avere una ricarica della batteria piuttosto veloce e dei consumi limitati, così da risparmiare sulla bolletta elettrica e sul prezzo di ricarica delle apposite colonnine.

Auto elettriche: ecco le più consigliate sotto i 40000 euro

Sulla base di quanto detto finora, se si vuole acquistare un’auto elettrica sotto la soglia dei 40mila euro, è possibile farlo scegliendo tra i modelli qui proposti. A partire dalla versione green della Citroen E C4. Si tratta di una C4 in tutto e per tutto, ma 100% elettrica. La capacità della batteria è di 50 kWh, abbinata ad un propulsore elettrico da 10 kWh. I chilometri di autonomia garantiti sono circa 350, mentre la batteria viene garantita dalla casa madre per 160mila chilometri o 8 anni. Il prezzo? 38.250 euro se acquistata senza fronzoli. Una concorrente della Citroen E C4 è la Hyundai Kona Electric. Parliamo di un mini crossover piuttosto apprezzato nel nostro Paese. 

Rispetto alla Citroen, la batteria è meno performante (39 kWh), ma garantisce comunque 305 chilometri di autonomia e una velocità massima di 155 Km/h garantita dal motore da 100 kW. Il prezzo di listino è di 36.750 euro nella sua versione basic. Rimanendo nell’ambito dei SUV, poi, è da citare la Jeep Avenger. Il motore da 156 CV è mosso da una batteria da 54 kWh, che garantisce un’autonomia di quasi 400 chilometri. Il prezzo è una media tra quello della Kona e quello della C4: 37.900 euro. Chiudiamo questa panoramica con altri due modelli: Mazda MX-30 e Opel Corsa-E. La prima si contraddistingue per essere un SUV sportivo lungo oltre 4 metri e 40 centimetri. Il motore, collegato all’avantreno, è da 107 kW ed è mosso da una batteria da 35,5 kWh. Bassa l’autonomia: 200 km. Il prezzo parte dai 38.150 euro. La macchina tedesca, invece, consente di raggiungere quasi 360 km di autonomia, con una batteria da 50 kW che si ricarica fino all’80% in meno di 30 minuti con un caricatore rapido. Si parte da 36mila euro.

Comments

comments