160 Views

Con l’arrivo della bella stagione, aumenta l’interesse verso i trattamenti estetici che permettono di sentirsi maggiormente a proprio agio in costume o con vestiti leggeri.

Uno dei più popolari è indubbiamente l’epilazione, procedura finalizzata all’eliminazione di un inestetismo tra i più odiati in assoluto sia dagli uomini, sia dalle donne.

L’epilazione, come ben si sa, si può eseguire ricorrendo a diversi metodi. Il laser è tra i più richiesti per via della sua efficacia e della bassa invasività.

L’epilazione con il laser rappresenta una soluzione efficace e duratura per sbarazzarsi dei peli superflui e molte persone si chiedono se sia possibile sottoporsi a questo trattamento anche durante l’estate. La risposta è sì, è assolutamente possibile, tuttavia è importante prendere delle precauzioni particolari (a tal proposito il sito LaserMilano.it suggerisce cosa fare dopo il laser) dato che in questo periodo dell’anno si è maggiormente esposti ai raggi solari.

Prima di approcciarsi al trattamento, è bene informarsi su come le varie tecniche impattano sulla pelle in un periodo come l’estate, che la vede costantemente esposta ai raggi solari.

Sia nel caso del laser all’alessandrite, sia in quello della luce pulsata, si può notare un’alterazione che colpisce il processo di interazione tra i bulbi piliferi e la melanina, il pigmento al quale si deve la piacevole colorazione che sfoggiamo quando siamo abbronzati.

Ogni volta che il laser o la luce pulsata entrano in contatto con la nostra pelle, avviene un rilascio di energia. In questi casi, si concretizza un’attivazione della melanina presente nelle cellule della pelle.

Quest’ultima, a sua volta, interagisce con la melanina presente invece all’interno del bulbo.

Essenziale è tarare con attenzione l’energia emessa dallo strumento utilizzato per l’epilazione; la pelle che assorbe troppa energia, infatti, può andare incontro a episodi fastidiosi come le ustioni (si può arrivare anche a bruciature di II grado).

Questo dimostra l’importanza, quando si decide di sottoporsi a un trattamento di epilazione laser in vista dell’estate, di rivolgersi a professionisti esperti, senza guardare al prezzo ma considerando l’impegno economico come un investimento per la salute della propria pelle.

Quando sottoporsi all’epilazione con il laser in estate?

Sottoporsi all’epilazione con il laser in estate, come abbiamo appena visto, è possibile. Un altro aspetto cruciale da considerare per evitare problemi riguarda le tempistiche.

Essenziale, se si ha intenzione di preservare la bellezza della pelle, è sottoporsi alle sedute prima di iniziare l’esposizione intensiva al sole (qualche giorno prima va benissimo).

Un’alternativa altrettanto sicura prevede il fatto di recarsi dall’estestista quando l’abbronzatura è sparita.

A questo punto, ti starai senza dubbio chiedendo se sia o meno pericoloso sottoporsi all’epilazione laser con la pelle abbronzata.

La discussione in merito è molto accesa tra i dermatologi. C’è chi sconsiglia vivamente il trattamento e chi, invece, suggerisce ai propri pazienti di fare attenzione alla tipologia di laser disponibile presso il centro estetico.

Esistono, infatti, diversi macchinari che emettono un laser in grado di penetrare in profondità nel derma. Questo è un innegabile vantaggio, in quanto di fatto non avviene un’interazione con la melanina, bensì con i vasi ematici.

Attenzione: alla base di tutto, deve esserci un’analisi approfondita della pelle da parte del professionista.

Il laser con le caratteristiche appena menzionate, infatti, non è adatto alle pelli sottili. L’optimum in questi casi è il ricorso al laser ad alessandrite.

Ancora una volta torna l’importanza di rivolgersi a professionisti qualificati, in grado di scegliere il trattamento con un approccio sartoriale.

L’utente finale, dal canto suo, deve ricordare alcuni accorgimenti post seduta che fanno la differenza per la salute della pelle.

Tra questi rientra il fatto di attendere qualche giorno prima di andare al mare ed esporsi al sole. Fondamentale, infatti, è che sia scomparso il rossore cutaneo, normale reazione al trattamento.

Comments

comments