Ego International ha seguito il forum economico mondiale tenutosi in Sud-Africa, dove erano presenti numerosi leader del continente africano.

Ego International racconta il World Economic Forum tenutosi in Sud-Africa

Ego International ha seguito da vicino il World Economic Forum tenutosi in Sud-Africa dopo due anni di assenza, per capire quali sono le sfide che il continente africano propone.

Numerose le sfide presentate al forum per affrontare la crescita economica

Ego International riporta le sfide lanciate durante il forum: combattere la corruzione e puntare sugli investimenti. Per farlo è stato proposto un nuovo modello di mercato da seguire come quello dell’Industria 4.0. Secondo Ego International al forum è stata lanciata una sfida interessante e stimolante per tutto il continente. Entrare all’interno della quarta rivoluzione industriale infatti non farà altro che portare in Sudafrica e in tutto il continente africano crescita di digitalizzazione e formazione, necessaria per poter competere ed essere fornitore di elementi importanti del settore. Una via d’ingresso trovata al forum è quella che coinvolge i droni e la loro implementazione. In passato, per esempio, entrare nell’era dell’informazione ha portato alla creazione di importanti posti di lavoro; oggi è necessario dunque cogliere la sfida e proseguire.

Ego International cita i settori che secondo i partecipanti del forum dovrebbero essere rilanciati

Ego International riporta che diversi reparti in Sudafrica possono essere implementati e migliorati, soprattutto quando si parla di Industria 4.0. Al forum si è espresso il timore che questa nuova sfida possa escludere i giovani a basso reddito e le donne. Per questo il forum ha provato a dare alcune soluzioni che vertono su digitalizzazione, investimenti in formazione e studio delle potenzialità che l’Africa può avere in questa era economica.

Combattere la disuguaglianza rimane la sfida più importante per l’Africa

Il secondo argomento trattato al forum, riporta Ego International, riguarda la necessità di abbassare la disuguaglianza. L’Africa come continente ha al suo interno stati molto diversi tra loro che presentano condizioni di vita opposte. È dunque strettamente necessario abbassare il divario.

Al forum inoltre si è discusso anche del libero scambio. Tante piccole realtà doganali non fanno altro che rallentare ulteriormente un territorio come quello dell’Africa che per contro ha bisogno di agevolare e semplificare le barriere tra uno stato e l’altro.

Per concludere, Ego International riporta che il forum è stato affrontato con il giusto approccio politico per collaborare. Nuove sfide sono state affrontate e lanciate al forum, per le quali, secondo Ego International, la classe politica africana è pronta e preparata.

Comments

comments