Spesso si dice che le competizioni estive siano un’occasione per mettere in mostra alcuni talenti. Certamente Euro 2020 avrà anche questa funzione di vetrina, con i più forti giocatori delle 24 squadre qualificate che scenderanno in campo per provare a portare a casa il più ambito trofeo del Vecchio Continente a livello di nazionali. Di certo di gioielli ce ne sono davvero tanti, senza considerare quelli che, per infortunio o scelta tecnica, sono stati lasciati a casa dai propri CT, come Nicolò Zaniolo. Ma c’è una squadra su tutte che fornirà alle diverse selezioni in gara diversi talenti da poter ammirare: il Chelsea. Sono ben 7 le Nazionali che potranno schierare almeno uno o più dei 14 giocatori della squadra campione d’Europa in carica presenti a Euro 2020.

Partendo dalla nostra, con Jorginho ed Emerson Palmieri. Il primo è un centrocampista di estrema qualità nel creare gioco e smistare palloni, l’ex Napoli avrà in mano le chiavi della mediana azzurra, insieme a Marco Verratti. L’altro, invece, è un terzino cresciuto esponenzialmente in Inghilterra, specialmente per quel che riguarda la fase difensiva e la prestanza fisica. Poi c’è il capitano del Chelsea, Azpilicueta. Il terzino è stato chiamato da Luis Enrique e proverà a riportare al top la sua Spagna. Probabilmente, però, è la Germania a vantare il trio migliore tra quelli disponibili. Joachim Loew, infatti, potrà contare sulle prestazioni di Tony Rudiger, Kai Havertz e Timo Werner. Parliamo di tre assoluti fuoriclasse che, in un modo o nell’altro, hanno deciso la finale di Lisbona contro il Manchester City. Il difensore ex Roma, ad esempio, ha evitato almeno un paio di gol degli uomini di Pep Guardiola con altrettanti interventi in scivolata di fronte alla porta di Mendy. Il giovane attaccante, invece, è stato l’uomo partita, quello che ha segnato il gol che ha riportato a Londra la Coppa dalle Grandi Orecchie. Infine, l’ex Lipsia ha giocato magnificamente l’intera competizione, trascinando la squadra fino alla finale portoghese.

Anche la Francia non scherza, con un trittico niente male nel quale figura il giocatore forse più forte del Chelsea quest’anno. Si tratta dell’uomo ovunque N’Golo Kanté. Centrocampista impressionante per la mole di chilometri percorsi a partita, per il numero impressionante di palle recuperate e la qualità in fase di costruzione del gioco. Irrinunciabile sia per i blues che per i galletti, Kanté che rende la formazione di Deschamps ancor più favorita di quanto prevedano gli esperti di pronostici e di quanto indichino le quote sulla squadra vincente degli Europei. Da tenere sott’occhio Kurt Zouma, che ha sopravanzato nelle gerarchie transalpine Umtiti e che ha disputato in generale un’ottima stagione con i londinesi. Infine c’è Olivier Giroud, uno che di gol belli e decisivi se ne intende. Basti pensare a quello messo a segno nell’andata degli ottavi di finale contro l’Atletico Madrid in rovesciata. Semplicemente pazzesco.

Altro tris è a disposizione dell’Inghilterra. Southgate, infatti, ha prelevato dal Chelsea i due terzini e un attaccante. Nel primo caso parliamo dell’esterno sinistro Ben Chilwell e di quello destro Reece James. Entrambi molto giovani e quasi sempre presenti in campo in tutte le competizioni giocate dalla squadra di Thomas Tuchel. Ma la perla di diamante è sicuramente Mason Mount, colui che ha servito l’assist con il contagiri per Havertz nella finale di Champions League. Un giocatore tanto giovane quanto di qualità incredibile, sia in fase realizzativa che in quella di costruzione. Si è preso una maglia da titolare nel Chelsea e cercherà di farlo anche nell’Inghilterra, dove proverà a giocare in sintonia con l’altro fenomeno, ma del City, Phil Foden. Da citare, infine, Kovacic nella Croazia e Gilmour nella Scozia.

Comments

comments