IMMAGINE COPERTINA(di Jessica Sabatelli) Ieri, Sabato 18 Giugno, si è assistito a un terribile atto di crudeltà a Francofonte, in provincia di Siracusa.

L’accaduto è stato annunciato proprio lo stesso giorno, su Facebook: Qualcuno ha crudelmente ucciso sei cuccioli, in un rifugio per animali.

La notizia è stata diffusa sul social dagli stessi volontari del Tara Green World, organizzazione no profit che si prendeva cura dei piccoli in una struttura provvisoria non molto adatta ad ospitare animali; tutto questo perché in attesa dell’ultimazione dei lavori per la costruzione di una struttura consona e specializzata.

Al rientro nella struttura dei volontari, alle ore 15:00, i cuccioli sono stati trovati privi di vita, mutilati e in una pozza di sangue.

“[…] Comunichiamo, con il cuore pieno di rabbia e dolore, la mattanza di 6 (sei) cuccioli di 60 (sessanta) giorni, tolti dalla strada da morte certa e sopravvissuti a gastroenterite grazie alle cure e all’amore dei fantastici volontari che tutti i giorni si impegnano con dedizione e sacrificio alla tutela dei meno fortunati. I cuccioli avevano trovato adozione, la prossima settimana avrebbero conosciuto le nuove famiglie adottive. […]”

NUMERO 2

Queste sono le parole accorate e piene di dolore del Tara Green World che, tramite volontari pieni di amore verso le creature poco fortunate, era riuscito a salvare la vita di questi cuccioli.

Le cause dell’accaduto non sono ancora certe, ma molti sono i sospetti e gli indizi da seguire:

La mattanza sembra essere avvenuta tra le ore 12:00 e le ore 14:00 ad opera di malviventi dell’illecito settore dei combattimenti clandestini di cani.

Sembra che questa gente senza scrupoli abbia aizzato il proprio cane ‘da guerra’ sui piccoli come allenamento per i combattimenti.

I malviventi, però, erano ignari del fatto che all’interno della struttura fossero presenti alcuni cani adulti, che hanno cercato invano di difendere i piccoli: purtroppo non sono riusciti a salvarli, ma hanno ferito sicuramente il cane di questi soggetti, mettendoli in fuga.

Così i volontari stanno cercando il cane ferito degli uccisori in tutta Francofonte, preoccupati anche per la salute dello stesso animale poiché, purtroppo, i cani da combattimento particolarmente feriti o invalidati vengono spesso freddati.

L’organizzazione chiede aiuto alla popolazione locale e a quella di tutta Italia: troviamo questa creatura in pericolo e i malviventi che hanno ucciso violentemente e senza alcuna umanità i 6 cuccioli!

I volontari e molti su Facebook chiedono anche giustizia!

Non dimenticando della recente orribile uccisione dei cuccioli di Floridia (in un articolo precedente: http://www.laltrapagina.it/mag/cuccioli_crudelmente_uccisi_floridia_siracusa_cittadini_vogliono_giustizia/) e di tutte le atrocità nei confronti degli animali a cui si sta assistendo (o avendo finalmente notizia) in Sicilia!

NUMERO 3L’esemplare utilizzato per la mattanza, dovrebbe essere di colore chiaro, cucciolo (dai 4 ai 12 mesi) e visibilmente ferito. Chiunque ne veda uno simile o voglia in qualche modo aiutare i volontari (che sono solo 4), può contattare su Facebook il Tara Green World sulla sua pagina o via e-mail a: contatti@taragreen.it

“- La crudeltà verso gli animali è tirocinio della crudeltà contro gli uominiTutti i giorni leggiamo e viviamo situazioni di vera atrocità da parte dell’uomo nei confronti degli animali. La maggior parte delle storie di maltrattamenti e soprusi vedono come cornice il Sud Italia, in modo particolare la meravigliosa Sicilia, terra di sole, mare, storia, cultura, tradizioni e terra di omertà e silenzi”, commenta infine l’organizzazione.

Comments

comments