163 Views

Come si  ottiene il patentino ENAC per il drone? Se lo chiede chi teme di incorrere in sanzioni o, semplicemente, vuole fare sul serio e utilizzare questi dispositivi in modo professionale, per svolgere attività complesse e perché no remunerative.

Ne parliamo qui, spiegando i casi in cui il drone è obbligatorio o anche solo consigliato, descrivendo i passi da seguire per ottenerlo, facendo luce sui costi etc. Infine, offriremo qualche consiglio per ottenere il patentino ENAC per il drone nel più breve tempo possibile e con poca fatica. 

Patentino ENAC per il drone: quando è obbligatorio

La buona notizia è che il patentino ENAC non sempre è obbligatorio. Anzi, non lo è nella maggior parte dei casi. Di certo, quando si utilizzano droni dal peso inferiore ai 250 grammi e non dotati di telecamera. Infatti, sotto questo peso, si presuppone che il drone vanti una struttura relativamente semplice e che possa essere maneggiato anche dai meno esperti. 

Nondimeno, si profilano casi in cui è consigliato ottenere il patentino anche qualora non fosse obbligatorio. Per esempio, quando si ha intenzione di utilizzarlo per scopi professionali. Il patentino è un attestato, costringe di fatto all’acquisizione di competenze, è un ottimo biglietto da visita e/o una cartina di tornasole per le proprie abilità. Insomma, può essere speso per accreditarsi presso i clienti esistenti e potenziali. 

A maggior ragione se si considera che non è difficile né costoso ottenerlo. L’importante è formarsi nei luoghi giusti e con il materiale più adatto. Approfondiamo questo aspetto nel prossimo paragrafo. 

I passi da seguire e i costi

Quando si parla di patentino ENAC si intende la licenza rilasciata dall’ENAC, Ente Nazionale Aviazione Civile, relativamente alle categorie A1/A3. Per l’appunto, ai droni dal peso pari o superiore ai 250 grammi. Esiste anche la licenza per la categoria A2, che in realtà è una sorta di attestato aggiuntivo, valido per chi utilizza droni dotati di telecamera. 

Il patentino, o licenza che dir si voglia, si ottiene mediante il superamento di un test ufficiale, somministrato proprio dall’ENAC. Per fortuna, non è necessario raggiungere una sede specifica. Anzi, si fa tutto online. Ecco i passaggi da seguire. 

  • Autenticazione sul sito dell’ENAC, che avviene mediante SPID (l’identità digitale). 
  • Pagamento, che ovviamente avviene per via elettronica, seguendo la procedura guidata del sito. Il costo dell’esame è pari a 31 euro. 
  • Esame. Esso consta di 40 quesiti a risposta multipla. Ogni risposta esatta vale 2 punti, le risposte errate valgono ovviamente zero punti, le risposte errate comportano ciascuna una penalizzazione di 1 punto. Da qui, la necessità di giungere preparati, piuttosto che tentare la fortuna. L’esame è considerato superato se si ottiene un punteggio pari o superiore a 60. 
  • Download dell’attestato. Una volta conseguito l’esame, è possibile scaricare il patentino sempre dal sito dell’ENAC. Per inciso, il patentino ha una validità di cinque anni. 

E se non si passa l’esame? Per fortuna, il pagamento dei 31 euro dà diritto a quattro tentativi. Una volta esauriti i tentativi è sufficiente effettuare un nuovo pagamento per riprovare l’esame. 

Consigli utili per ottenere il patentino ENAC per il drone

E’ utile, giunti a questo punto, rivelare i contenuti dell’esame, ovvero le “materie” su cui verte la prova. Di base, esse possono riguardano la sicurezza aerea, la regolamentazione aeronautica, le limitazioni dello spazio aereo, le procedure operative, la conoscenza del drone dal punto di vista tecnico, la normativa sui dati personali, la normativa sulle assicurazioni e sulla responsabilità civile. 

Argomenti ad alto tasso tecnico, almeno all’apparenza. Di certo, argomenti che non possono essere appresi a cuor leggero, navigando su internet.

E’ l’ENAC stessa a venire in aiuto degli esaminandi. Infatti, mette a disposizione una sorta di dispensa in PDF, che già da sola basterebbe per formarsi adeguatamente.

Il consiglio è di integrare questa dispensa con materiale alternativo, come quello che di tanto in tanto viene pubblicato nelle riviste di settore. Questo materiale, in genere, è redatto in uno stile più discorsivo, che facilita l’apprendimento. 

A seguire questo approccio è soprattutto DroneBlogNews, uno dei punti di riferimento online per gli amanti dei droni. Oltre alle notizie e alle recensioni, tratta anche le nozioni base per l’impiego dei droni, spesso e volentieri sotto forma di tutorial. Dunque, è una risorsa anche per chi vuole ottenere il patentino ENAC per il drone. 

Comments

comments