Le offerte di lavoro in ambito HR rimangono ancora tante. Basta effettuare una ricerca su LinkedIn e arrivati a luglio 2022 sono più di 2000 le posizioni aperte per quest’ambito. Sicuramente è un dato da prendere in considerazione, soprattutto se stai pensando di specializzarsi nel settore delle risorse umane.

Come si acquisisce però la giusta formazione per entrare nell’ambito? In Italia esistono dei corsi di laurea che formano gli operatori HR del domani ma non tutti possono investire così tanti anni nella formazione. Una valida alternativa è sicuramente un master in HR. Il grande vantaggio di questi corsi è che si svolgono praticamente in tutta Italia oppure direttamente online. Sono quindi fruibili da qualsiasi parte del paese al contrario dei corsi di laurea tradizionali. In più, la formazione di un master specialistico è molto più verticale sulla materia che si sceglie. Per questo, nel campo delle risorse umane, sono in molti a scegliere di accrescere le proprie conoscenze tramite un master.

Ecco però alcuni consigli per aiutarti a capire se un corso di master in risorse umane è veramente valido.

In cosa è specializzato il master che stai valutando?

Ok le risorse umane, ma ogni ambito ha le sue specializzazioni. L’HR non è da meno e infatti i vari master che si trovano sul mercato possono trattare anche lo stesso argomento ma da diversi punti di vista. Si può trovare il master più orientato ad approfondire il recruiting oppure la contrattualistica e ancora l’employer branding o l’organizzazione della formazione.

Questi sono solo alcuni dei focus che i master possono avere e sono tutti validissimi. La cosa più importante da chiedersi però è “quale taglio che vorrei avesse il master che voglio frequentare?”. Se non hai alcuna conoscenza del mondo HR allora potrebbe essere più utile scegliere un corso che tocchi tanti più lati possibili delle risorse umane. Se invece si tratta di un master per affinare le tue conoscenze in materia allora il consiglio è quello di scegliere pochi aspetti da approfondire però in maniera molto verticale.

Come è strutturato il programma di studio?

Dopo aver capito i temi cardine del master, il consiglio è quello di analizzarne bene il programma per vedere come sono stati articolati nei vari moduli. Avendo in mente i tuoi interessi, puoi confrontare i programmi dei diversi master che stai valutando e capire qual è quello più vicino alle tue esigenze.

Da tenere in considerazione è sicuramente il fatto che il programma deve essere aggiornato e al passo con le ultime novità in ambito HR. A questo proposito è consigliato orientarsi su un master che dia il giusto spazio al rapporto tra risorse umane e digital transformation. Non si tratta infatti solo di un trend ma dell’evoluzione che sta avendo il mondo HR grazie alla tecnologia. Rappresenta quindi il futuro in questo campo.

In che modo si svolgerà la didattica?

I master in generale, possono essere erogati in diverse modalità. La didattica può essere impartita online, in presenza oppure on demand. Oltre a questo però considera anche le attività che andrai a svolgere durante le lezioni. Molto utili per avere una formazione più volta al lavoro sono le attività di simulazione di potenziali situazioni lavorative tramite role playing, workshop con esperti del settore e la discussione riguardo possibili occasioni di crisi che si possono presentare in futuro durante il lavoro.

Che reputazione ha l’istituto che eroga il master?

Ogni università, ente di formazione o business school ha una reputazione diversa. Facendo delle semplici ricerche online troverai sicuramente delle opinioni non solo sul master in risorse umane che stai valutando ma in generale anche sull’istituto in cui si svolge. Un ottimo modo per capire la validità dell’istituzione che lo eroga è anche quello di consultare i profili social della scuola o dell’università. Puoi anche contattare tramite LinkedIn degli ex corsisti del master per farti parlare della loro esperienza così da avere un’idea più ampia sul corso.

È poi inutile negare che alcuni istituti sono più prestigiosi di altri e in alcuni casi hanno ricevuto anche premi e riconoscimenti per la qualità dei loro corsi. Sicuramente il prestigio è un parametro che esiste e quindi è da tenere in considerazione ma non dovrebbe essere l’unico da valutare.

L’istituto che organizza il master offre anche servizi di placement?

Molte università o business school hanno un’ampia rete di contatti con le aziende che mettono a disposizione degli studenti una volta terminato il master. Gli istituti solitamente organizzano delle giornate chiamate career day ovvero degli incontri in cui lo studente può farsi conoscere e a sua volta conoscere delle aziende che cercano personale. In questo modo si ha la possibilità di fare più colloqui nello stesso giorno e di ridurre il tempo medio per trovare lavoro.

Esiste poi anche l’assistenza al job placement: l’istituto in questo caso diventa il tramite tra te e le aziende in cerca di addetti alle risorse umane e ti proporrà delle opportunità di lavoro inerenti alle tue competenze.

Quanto costa il master?

Il prezzo del master è un parametro fondamentale da prendere in considerazione e sicuramente può porre dei limiti sulla scelta di un corso piuttosto che di un altro. I master hanno dei prezzi variabili che possono andare dai 2000 a parecchie decine di migliaia di euro quindi è bene considerare quale sia il tetto di spesa massima a cui si può fare fronte.

Per sormontare però le difficoltà che si possono avere nel pagare un corso del genere, molte università e business school hanno messo a disposizione delle borse di studio per coprire tutto o anche solo una parte dell’importo dovuto.

Se invece sei un lavoratore, la tua azienda potrebbe investire sulla tua formazione e su quella dei tuoi colleghi grazie a dei fondi specifici relativi al bonus formazione 4.0.

Comments

comments