43 Views

È con i festeggiamenti sulla pedana d’arrivo che MM Motorsport ha salutato la stagione sportiva 2021. Il team lucchese, presente con cinque vetture sulle strade de “Il Ciocchetto Event”, si è congedato dalle prove speciali “disegnate” all’interno della tenuta Il Ciocco di Castelvecchio Pascoli accompagnando Luigi Marcucci (nella foto a sinistra) verso la conquista della “top ten”, grazie ad una condotta che lo ha visto migliorare il risultato conquistato nella precedente edizione. Al volante della Skoda Fabia R5 condivisa con Simone Vellini, il pilota si è reso protagonista di una condotta crescente che lo ha visto precedere il padre Andrea Marcucci, driver alla prima esperienza al volante della Skoda Fabia R5 Evo, vettura “gommata” Pirelli che ha visto – sul sedile destro – Richard Gonnella. Una disamina soddisfacente, quella analizzata da Andrea Marcucci, undicesimo assoluto in un contesto che lo ha visto apprezzare le particolarità della vettura.
Gara dai due volti per Vittorio Ceccato, tornato al volante della Peugeot 208 T16. Il pilota veneto, impegnato con Rudy Tessaro nell’appuntamento conclusivo della stagione, si è egregiamente espresso nel corso del primo giorno di gara accusando, però, una toccata al posteriore nella fase finale del confronto costata al cronometro oltre due minuti. Arrivo sulla pedana per Sara Baldacci, tornata dopo sei anni al volante della Peugeot 208 R2B ed affiancata da Massimo Vaccai. La pilota locale ha affrontato i chilometri proposti dalla gara con l’obiettivo di rendersi nuovamente familiari le caratteristiche della vettura, in un contesto affrontato da pilota sette anni fa. A veder concluso anzitempo l’impegno di Francesco Marcucci è stata la rottura della frizione della GR Yaris nella quinta prova speciale, vettura condivisa con Federico Baldacci.
“Il Ciocchetto Event, da sempre, è per noi occasione di saluto alla squadra, il giusto contesto per festeggiare una stagione ricca di soddisfazioni – il commento della team manager Manuela Martinelli – per il loro impegno tengo a ringraziarli, tutti loro si sono confermati fondamentali nel raggiungimento degli obiettivi, garantendo ai clienti la massima professionalità”.

Grande soddisfazione nella gara toscana per Rudy Michelini sul podio con la seconda piazza assoluta al rientro alle competizioni dopo sei mesi di attività. Un contesto che ha confermato la bontà di una comunione d’intenti che ha coinvolto il copilota Michele Perna ed il team P.A. Racing, struttura che ha messo a disposizione del driver lucchese la Skoda Fabia R5 Evo, vettura utilizzata dal portacolori della scuderia Movisport una sola volta in stagione, in occasione del Rallye Sanremo.

La gara di Rudy è stata caratterizzata da un acceso confronto in cui ha proiettato le proprie mire verso la leadership fin dai primi chilometri. Buone, le sensazioni destate dalla vettura nel corso della trentesima edizione promossa da Organization Sport Events, cornice che ha chiamato a raccolta i protagonisti della gara ideata da Icio Perissinot e che ha elevato Rudy Michelini vincitore assoluto dell’edizione 2015.

“Chiudere così la stagione, con il secondo gradino del podio, è per noi soddisfacente – il commento di Rudy Michelini – la vettura ha risposto benissimo alla nostra interpretazione della gara. Abbiamo pagato in termini cronometrici l’ultima prova speciali del sabato, affrontata prima dei nostri avversari. Perdere tre secondi su pochi chilometri a disposizione ha pesato molto su un riscontro totale che, fino a quel momento, ci aveva visti a soli sei decimi dalla prima posizione. Fondamentale era riprendere il giusto ritmo dopo sei mesi di inattività, su una vettura che non conosco bene come la Volkswagen Polo ma che si è dimostrata congeniale alle caratteristiche della gara. Un risultato che ci permette di archiviare degnamente una stagione sportiva ridimensionata in termini di presenze nella seconda metà dell’anno ma senz’altro positiva. Adesso abbiamo un paio di mesi per poter lavorare sui progetti futuri”.

Soddisfazione anche in casa con Movisport: con Gianluca Tosi che si è fermato ad un passo dal podio Gianluca Tosi. Il portacolori di Movisport, tornato al volante della consueta Skoda Fabia R5 di GIMA Autosport, ha terminato la stagione, correndo due giornate di gara tra i protagonisti assoluti del confronto sportivo, caratterizzato dalla presenza di tanti “nomi”.
Tosi e Del Barba sono sempre gravitati nelle posizioni vertice del rally, partiti al quinto posto, poi consolidatisi al quarto ed accarezzando anche l’idea del terzo gradino del podio in chiusura, duellando con il bergamasco Perico e finendogli a ruota alle spalle per neppure due secondi.
GIANLUCA TOSI: “Che gara tirata! Anche se è Natale, nessuno ha fatto regali, ci hanno dato dentro tutti, mai un attimo di pausa, mai un momento di calma! Ma è stato bello così, al Ciocco si viene per competere e cercare di dare il meglio di noi e credo che anche quest’anno abbiamo onorato al meglio la gara. Ho il rammarico di non aver visto al via il mio amico Andrea Volpi, che è stato debilitato da una colica renale poco prima del via e non ha potuto correre. Ci aspettavano due giorni di grande divertimento, ed invece . . . Peccato, ma lo aspetto ad un’altra gara, la sfida è sempre aperta! Un grazie a GIMA, a Movisport, a Bardahl ed a tutti gli altri partner per un’altra annata di soddisfazioni, dando appuntamento a tutti per il 2022”.

Comments

comments