142 Views

Si scaldano i motori e si definiscono i calendari dei primi eventi rallistici della nuova stagione, in particolare sono già definiti i dettagli per il 3°  Rally Terra Valle del Tevere e Arezzo e per il 2° Rally Città di Foligno.

Ecco tutto il programma dei 2 eventi già confermati.

Rally Terra Valle del Tevere e Arezzo

Sino a lunedì 6 febbraio, iscrizioni aperte per il rally in programma per l’11 e 12 febbraio.

L’organizzatore Valtiberina Motorsport ha visto crescere la propria gara in modo esponenziale, già alla prima edizione il successo fu indiscusso, i tanti partecipanti ebbero ad esaltare il percorso offerto, ribadito poi in ampia parte l’anno passato, capace di trasmettere sensazioni decisamente “mondiali” e per questa terza edizione vi saranno alcune novità. Si parte però prima dalle conferme, che sono quelle delle validità ufficiali: sarà la seconda gara di rally in Italia, la prima su fondo sterrato ed al pari del 2022 l’evento sarà il primo atto del Campionato Italiano Rally Terra Storico, consentendo alle vetture “storiche” di partire quindi in testa all’elenco iscritti. Confermato poi il “tocco internazionale” grazie alla rinnovata validità per il Tour European Rally Series (TER), di cui sarà la tappa iniziale, oltre alla certezza del Challenge Raceday Rally Terra, di cui sarà il secondo appuntamento sui quattro della stagione 2022-23. 

IL FORMAT “SNELLO” CHE PUNTA VERSO AREZZO

Di nuovo prove speciali a “diciotto carati”, strade dal sapore “iridato”, per la gara, dalla quale tutti si aspettano delle “piesse” che furono proprie del mondiale rally anni ottanta e novanta. Inoltre si andrà a coinvolgere il territorio della città di Arezzo, dove avrà luogo la partenza (sabato 11 febbraio ore 15,00) e dove si avrà una prova speciale decisamente ricca di storia. Anghiari, Sansepolcro e Pieve Santo Stefano alle quali si aggiunge quest’anno anche Monterchi, luoghi che sono ampia parte della storia italiana, hanno confermato il loro ampio e convinto sostegno all’evento, visto come incentivo all’immagine del territorio. Proprio questo sarà lo stimolo maggiore per coinvolgere ancora di più tutti gli Enti e i Partners, avendo ideato l’allestimento, insieme a diverse altre iniziative, di un Villaggio Rally che sarà un motore ricco di iniziative momenti ed esposizioni legati allo Sport, ma anche alla promozione delle eccellenze artistico-culturali ed enogastronomiche del territorio.

Sul piano puramente sportivo, verranno proposte in totale 9 prove speciali, con il percorso complessivo della manifestazione che tra sabato e domenica si svolgerà su circa 300 km totali di sviluppo complessivo.

PROGRAMMA

Il ventaglio temporale della gara sarà tra il sabato e la domenica: già il venerdì 10 febbraio sono in programma le operazioni di verifica amministrativa e tecnica, che si svolgeranno a Sansepolcro (previste anche al sabato mattina), le ricognizioni saranno il 10 e 11 febbraio, lo Shakedown sarà ad Anghiari (sabato 11 febbraio ore 08,00-11,00) e la partenza sarà da Arezzo – Via Spallanzani, come già sopra accennato, dalle ore 15,00.  Si svolgerà un Riordino di metà pomeriggio nella splendida cornice di Monterchi e dopo lo svolgimento di tre prove speciali complessivamente nel sabato pomeriggio, avverrà il riordinamento notturno tra le due giornate di gara sotto le mura medioevali di Anghiari, recentemente definito dalla CNN il “quarto borgo più bello d’Europa”. L’arrivo avrà luogo a nel “salotto della Valtiberina “, a Porta Fiorentina di Sansepolcro dalle ore 16,30 di domenica 12 febbraio, dopo lo svolgimento di altre 6 Prove Speciali. La seconda edizione della gara, lo scorso anno, vide il successo del giovane veneto di Vicenza Alberto Battistolli, in coppia con Simone Scattolin, con a disposizione una Skoda Fabia R5. La gara delle auto storiche fu invece appannaggio dei reggiani Tonelli-Debbi, su una Ford Escort RS.

2° Rally Città di Foligno

PRS GROUP ha definito i dettagli del 2° Rally Città di Foligno, in programma per il 4-5 marzo, valido quale terza e penultima prova del Challenge Raceday Rally Terra 2022/23.

Lo scorso anno era gara tutta nuova in una location che gli amanti delle gare di fondo sterrato non avevano mai “battuto”, in provincia di Perugia ed adesso, nel 2023 si ritorna nella Valle Umbra con grande convinzione. Anche con gioia, visto il notevole consenso dato dai partecipanti all’edizione dell’esordio, peraltro vinta da un driver locale, Francesco Fanari, in coppia con Cristina Caldart, in quella che per il pilota di Spello fu la prima vittoria assoluta in carriera. Il lavoro della struttura che fa capo Oriano Agostini ha chiuso la fase preparatoria, riaffermando una forte unione di intenti insieme alle Amministrazioni locali, in particolar modo con il Comune di Foligno e grazie anche alla determinante collaborazione di Paolo Galli, referente presso il comune per il rally. L’evento, già alla prima edizione, venne visto come ideale incentivo per l’immagine del territorio, utile volàno per il comparto turistico-ricettivo della bella pianura della Valle Umbra, con i suoi dolci rilievi collinari e i contrafforti della dorsale appenninica centrale. Un luogo anche ricco di memorie storiche e di tradizioni importanti, come ad esempio il fatto che nella città del celebre “Palio della Quintana” fu stampata, nel 1472, la prima edizione della Divina Commedia. Un luogo dunque da visitare ed apprezzare oltre allo sport.

LA NOVITÀ: CERIMONIA DI PARTENZA AL SABATO SERA

Si entrerà nel vivo dell’evento da giovedì 2 febbraio, con l’apertura delle iscrizioni (fino al giorno 22). Ci si porterà poi “sotto gara”, con le verifiche sportive e tecniche previste per venerdì 3 e sabato 4 marzo, quest’ultimo giorno anche dedicato alle ricognizioni (ore 10,00-15,00) ed allo shakedown (ore 14,00-18,00). Ma la grande novità della gara sarà la cerimonia di partenza, dalle 19,01, in grande stile dalla centrale Piazza della Repubblica in Foligno, location affascinante e ricca di storia. Una storia che parte ben dal XIII secolo, quando vennero costruiti tre palazzi importanti sul lato opposto al Duomo: il palazzo del Podestà, palazzo dei Priori e il palazzo del Capitano del Popolo.

L’indomani, domenica 5 marzo le sfide, nel format previsto dal Challenge Raceday Rally Terra: due distinte prove speciali da ripetere tre volte per un totale competitivo di 46 chilometri a fronte dell’intero tracciato che ne misura 280. L’arrivo sarà sempre in Piazza della Repubblica a partire dalle ore 17,45.

Comments

comments