18 Views

Uruseiyatsura. Un titolo un po’ particolare e, per noi occidentali, anche difficile da pronunciare. In realtà è un gioco di parole giapponese che non può essere tradotto in italiano: da una parte significa gente fastidiosa, dall’altra gente del pianeta Uru. Ma non c’è di che preoccuparsi perché nel Vecchio Continente la saga è conosciuta semplicemente con il nome di Lamù.

Tutto è cominciato nel 1978 quando la nota autrice di manga Rumiko Takahashi ha iniziato a pubblicare questa nuova opera che ha riscosso uno strepitoso successo non solo in patria ma in tutto il mondo, tanto da tramutarsi non solamente in una longeva serie animata ma anche in diversi oav e in alcuni film cinematografici.

Nel corso di questi ultimi mesi Koch Media ha distribuito i cofanetti della serie a cartoni animati fino a giungere al quarto e ultimo box, uscito proprio in questo mese di giugno sotto l’etichetta di Anime Factory. Con i quasi duecento episodi, il publisher ha portato a termine l’epopea dell’aliena più sexy di tutta l’animazione nipponica impreziosendo l’edizione non solo per l’aspetto estetico ma anche con i booklet contenenti le sinossi dei singoli capitoli. Storie che in parte ricalcano perfettamente l’opera a fumetti, altre volte se ne distaccano in maniera rilevante, arrivando anche a creare episodi completamente nuovi, altre volte invece semplicemente modificati per dare una diversa caratterizzazione alla trama oppure per arrivare al giusto minutaggio.

Tutto è iniziato quando nel quartiere Tomobiki è arrivata all’improvviso un’astronave con a bordo degli Oni. Questi esseri, in realtà figli della mitologia nipponica, sono stati tramutati in alieni rendendo subito chiara una delle chiavi di lettura dell’opera: la presenza di elementi della tradizione rivisitati in un’ottica moderna e divertente. Ecco allora che esseri mitologici, divinità, aspetti religiosi e culturali diventano ispirazione per una evoluzione che li adatta non solo al contesto narrativo ma anche alla comicità a volte senza senso della saga.

Il capo del clan avvisa gli abitanti della Terra dell’invasione: per salvare l’umanità esiste un’unica possibilità: un ragazzo estratto a caso da un computer dovrà riuscire a toccare i corni sulla testa della figlia. A essere estratto è Ataru Moroboshi, studente tanto sfortunato quanto donnaiolo. Subito dopo che la gara è iniziata la situazione peggiora improvvisamente: Lamù è infatti in grado di volare. A questo punto Ataru è disperato ma con la sua perseveranza riesce a sfilarle la parte superiore di quel bikini tigrato che è il vestito tipico dell’aliena. Solo all’ultimo troverà quello scatto che gli permetterà di vincere e salvare così il destino dell’umanità. Preso dalla gioia del momento dichiarerà l’intenzione di sposarsi. Ma se per lui era evidente che la proposta fosse rivolta a Shinobu, la sua ragazza, l’aliena e i giornali capiscono ben altro, dando notizia che lo studente abbia intenzione di accasarsi con la stessa extraterrestre. E’ l’inizio delle disavventure della coppia, in un succedersi di eventi dal sapore romantico e comico.

L’edizione di Koch Media si rivela essere preziosa e completa, con una versione della serie animata rimasterizzata e con una sezione audio 2.0 dts hd master audio sia per il comparto italiano che per quello giapponese.

Titolo: Lamù (box 4 di 4)

Distributore: Koch Media

Comments

comments